Dopo Robinho, un altro infortunio in casa Milan

Per il tecnico è sempre emergenza. In questa stagione Allegri ha quasi sempre dovuto fare a meno di una dozzina di uomini a partita. Col Parma spazio ancora a Bonera.

di Gianni Monaco 15 marzo 2012 11:25

Non c’è pace per Massimiliano Allegri. Non appena sembra che qualche giocatore infortunato possa recuperare, ecco nuovi problemi fisici per altri. Ieri si è fatto male Robinho. L’attaccante brasiliano, uno dei più in forma e dei più utilizzati dal tecnico del Milan, si è dovuto fermare a causa di dolori alla caviglia destra. Non si sa ancora quando l’ex del Manchester City, del Santos e del Real Madrid potrà essere a disposizione dell’allenatore.

A preoccupare sono anche le condizioni di Ignazio Abate. Il terzino destro sta vivendo uno splendido periodo di forma. Ma per lui si teme uno stiramento. Rischia di restare fuori per tre settimane. In questo caso, Allegri punterebbe probabilmente su Bonera come terzino e piazzerebbe Mario Yepes al centro della difesa. Anche perché Nesta non ha ancora recuperato e Mexes deve scontare l’ultima giornata di squalifica in campionato.

Insomma, è sempre e comunque emergenza totale in casa rossonera. Vero, la rosa teoricamente a disposizione del tecnico è molto ampia. Ma quando si hanno fuori 12-14 giocatori per volta e si devono affrontare ben 3 competizioni – il Milan è rimasta l’unica squadra ancora in corsa per la Champions League – tutto si fa più complicato.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti