Parla l’ex Yepes: “Vittoria importante, ora dobbiamo sperare”

Il difensore del Milan parla del successo contro la sua ex squadra e della lotta scudetto contro la Juventus che sarà impegnata contro la Lazio.

di Ivano Sorrentino 10 Aprile 2012 23:46

La vittoria del Milan sul campo del Chievo ha un sapore scacciacrisi. I rossoneri infatti tornano al successo dopo aver perso le ultime due gare Barcellona e Fiorentina, due ko che avevano fatto apparire ombre scure sulla squadra guidata da Massimiliano Allegri. In molti infatti avevano ipotizzato un calo fisico del Milan, una flessione che si è effettivamente manifestata sopratutto nella gara contro la Fiorentina. Questa sera però i rossoneri sembrano essere tornai su buoni livelli raggiungendo un pesante successo che getta pressioni sulla Juventus.

Uno dei migliori in campo, insieme ad Alessandro Nesta, è stato il difensore colombiano Yepes, che tra l’altro ha giocato anche nel Chievo. Proprio Yepes ha sottolineato nel post partita l’importanza del risultato raggiunto:”Penso di non essermi fatto nulla al naso, non sarà niente di grave. Era importante vincere stasera per mettere pressione alla Juventus. E’ stata una partita difficile contro una squadra che sta disputando un grande campionato. La cosa più importante in questo momento è stata quella di tornare in testa alla classifica, adesso dobbiamo sperare in un loro passo falso domani“.

Insomma Yepes può rappresentare un valore aggiunto per una squadra che ha patito tantissimi infortuni sopratutto nel reparto difensivo. Dopo il recupero di Bonera dunque anche il colombiano potrebbe rappresentare un’arma in più del milan, ed è proprio il giocatore a sottolineare la grande importanza di avere uno spogliatoio unito, nonostante le normali tensioni che possono nascere quando i risultati sono negativi:”Lo spogliatoio? Siamo un gruppo che vuole vincere, e quando vogliamo vincere può capitare che dentro lo spogliatoio possa succedere qualcosa di bello o di brutto. Vincere, deve essere sempre questo lo spirito del Milan. Proveremo a vincere lo scudetto sino alla fine“. Ora la palla passa alla Juventus, che non ha di certo una sfida facile contro la Lazio di Eddi Reja.

Commenti