Taiwo si arrende: “Sono triste, non ha senso rimanere”

In un’intervista a L’Equipe, il terzino del Milan non si capacita per le poche partita giocate sin qui. Il laterale sinistro sta pensando di lasciare il calcio italiano.

di David Spagnoletto 13 Dicembre 2011 12:15

Sono triste, soffro tutti i giorni perché non gioco. Ed io ero venuto qui per giocare”. E’ l’amaro sfogo di Taye Taiwo, che, sulle colonne del quotidiano francese L’Equipe, ha raccontato la sua delusione per lo scarso impiego con la maglia del Milan.

L’ex laterale del Marsiglia ha fotografato così la sua esperienza in rossonero: “Di partite fino a oggi ne ho fatte appena sei. Non mi è mai capitato in carriera e quando sono in panchina mi dico che non è possibile, che non capisco”.

Taiwo ha continuato:

“A volte finisco persino in tribuna e invece avrei bisogno di giocare, anche per una questione legata al mio fisico. Allegri non mi dà fiducia, altrimenti mi farebbe giocare. Ma non ho problemi con lui né con altri. Non gli ho mai chiesto spiegazioni e non so come sia. Fa le sue scelte, e poi parla italiano troppo velocemente e io non capisco niente. Restare in questa situazione non è da me, anche se sono al Milan”.

Commenti