Serie B: Torino e Pescara cadono clamorosamente

I granata soccombono sul campo di uno stoico Empoli mentre gli abbruzzesi cadono in casa contro il Bari, la corsa alla serie A diventa sempre più imprevedibile.

di Ivano Sorrentino 1 Aprile 2012 2:24

Il campionato di serie B mai come quest’anno si sta rivelando davvero imprevedibile. Nella giornata odienra infatti in pochi avrebbero scommesso sui risultati che poi si sono effettivamente materializzati al termine dei 90 minuti di gioco. La capolista Torino infatti ha perso per 1-0 sul campo dell’Empoli, una squadra con indubbie qualità ma che naviga nei bassifondi della partita, al margine della zona play-out. Per i granata di Ventura dunque uno stop inaspettato dopo la roboante vittoria interna contro il Gubbio. Lo scivolone del Torino però è stato accompagnare anche da quello del Pescara: gli abbruzzesi infatti, dopo essere anche andati in vantaggio, hanno perso in casa per 1-2 contro il Bari che ha trovato 3 punti insperati grazie ad un gol da centrocampo di Bellomo.

Nelle zone alte rallenta anche il Sassuolo che viene raggiunto in extremis dal Grosseto: i neroverdi infatti erano in vantaggio per 2-1 quando mancavano pochi minuti alla fine, ma l’attaccante grossetano Sforzini sul finale ha fissato il risultato sul 2-2. In zona play-off c’è da registrare la brusca frenata del Varese che viene battuta per 2.0 da una brillante Juve Stabia, una squadra che in casa è sempre più un rullo compressore. La Sampdoria dunque approfitta della sconfitta del Varese battendo la Nocerina e portandosi proprio a ridosso della sesta piazza. Prima di fare conti però i blucerchiati dovranno aspettare il posticipo di domani che vedrà in campo il Brescia e la Reggina.

Infine nelle zone basse ci sono da registrare le sconfitte interne di Albinoleffe e Gubbio, due squadre che, insieme alla Nocerina, sembrano essere le più accreditate ad abbandonare la categoria. Per quanto riguarda la lotta play-out, l’Ascoli perde sul campo del Modena che battendo 2-0 i marchigiani si tira definitivamente fuori dalla zona calda portadosi verso posizioni più tranquille. Alla fine chi davvero ha tratto il meglio da questa giornata è stato il Verona di Mandorlini che si è portato al secondo posto, ma la volata finale è appena iniziata.

Commenti