Serie A, Roma-Palermo 4-1

La squadra di Zeman schianta i rosanero con una prestazione super. A segno tutti gli attaccanti giallorossi.

di Antonio Ferraro 4 novembre 2012 22:38

A quattro giorni dal ko di Parma, la Roma torna davanti al suo pubblico per cercare di risalire la classifica. Il Palermo di Gasperini è l’ostacolo che i giallorossi devono superare.

In casa Roma le novità principali sono Goicoechea, che rimpiazza l’infortunato Stekelenburg tra i pali, e il ritorno di Burdisso, che sostituisce l’acciaccato Castan al centro della difesa. A centrocampo De Rossi e Pjanic partono dalla panchina; con Florenzi e l’inamovibile Tachtsidis c’è Bradley. Davanti confermato il tridente Totti-Osvaldo-Lamela. Gasperini, invece, accantona il tradizionale 3-4-3, proponendo in attacco i soli Miccoli e Brienza, con Kurtic in mezzo al campo.

La Roma parte con l’abituale aggressività, macinando gioco fin dai primi minuti. All’11’ i giallorossi passano in vantaggio: Lamela trova con un gran filtrante Piris, che crossa in mezzo dove c’è Totti; Ujkani respinge la conclusione aerea del capitano romanista, la palla si stampa sul palo, ma ritorna sulla testa del numero 10, che non sbaglia: 1-0 per la Roma. Il Palermo non riesce mai a rendersi pericoloso e al 31′ i giallorossi raddoppiano: su un lancio lungo di Piris, Ujkani esce in presa alta, ma si scontra con Munoz e lascia cadere il pallone; ne approfitta Osvaldo, che segna a porta vuota. Dopo due minuti Roma ancora vicina al gol: sul cross di Osvaldo dalla sinistra, Totti colpisce al volo dal limite dell’area, ma la sua botta terrificante finisce di poco al lato. La squadra di Zeman gioca alla grande, il Palermo è alle corde. Al 41′ è il turno dello scatenato Lamela: l’argentino riceve palla a centrocampo, salta Garcia ed entra in area avversaria, ma il suo classico tiro a giro di sinistro sul secondo palo è deviato in angolo da Ujkani. Il Palermo si vede solo al 44′ con Kurtic, che scarica un destro rasoterra dai 20 metri respinto in angolo da Goicoechea. Vantaggio strameritato dei giallorossi, apparsi a tratti irresistibili con le giocate di Totti e Lamela su tutti.

Nella ripresa la musica non cambia. Al 4′ la Roma va vicina al terzo gol: calcio d’angolo di Totti, Burdisso colpisce di testa, ma Ujkani respinge alla grande. E’ un monologo giallorosso. Al 13′, servito meravigliosamente da Totti, Osvaldo controlla bene liberandosi di Von Bergen, ma solo di fronte a Ujkani spara fuori a botta sicura. Al 17′ ancora Totti per Balzaretti, che colpisce di collo da buona posizione, ma Ujkani para in due tempi. Il 3-0 arriva inesorabile al 24′: travolgente azione sulla sinistra di Totti e Tachtsidis, il greco entra in area e la mette sul secondo palo per Lamela, che insacca a porta vuota. Al 35′ la Roma dilaga: Lamela scambia con Osvaldo e trova un filtrante per Destro, che salta Ujkani in uscita e insacca. Primo gol in maglia giallorossa per il numero 22, entrato in campo al posto di Totti. L’ex attaccante del Siena, ammonito pochi minuti prima, festeggia togliendosi la maglietta: secondo giallo per lui e Roma in dieci. A cinque minuti dalla fine c’è spazio per il gol della bandiera del Palermo: uno scontro tra Burdisso e Miccoli favorisce Ilicic, che anticipa Piris e infila Goicoechea con un sinistro sotto il sette. Finisce 4-1 per una Roma straripante.

Questo il tabellino del match:

Roma (4-3-3): Goicoechea; Piris, Marquinhos, Burdisso, Balzaretti; Bradley, Tachtsidis, Florenzi (Marquinho, 70′); Lamela (Pjanic, 80′), Osvaldo, Totti (Destro, 72′). A disp.: Svedkauskas, Castan, Taddei, Dodò, Romagnoli, De Rossi, Perrotta, Lopez. All.: Zeman.

Palermo (3-5-2): Ujkani; Muñoz, Von Bergen, Garcia; Morganella, Arevalo Rios, Barreto, Kurtic (Ilicic, 46′), Pisano (Bertolo, 33′); Brienza (Dybala, 69′) Miccoli. A disp.: Benussi, Brichetto, Milanovic, Labrin, Mantovani, Viola, Zahavi, Giorgi, Budan. All. Gasperini.

Arbitro: De Marco

Marcatori: Totti 11′, Osvaldo 31′, Lamela 69′, Destro 80′ (R); Ilicic 84′ (P)

Ammoniti: Burdisso (R); Pisano, Muñoz (P) – Espulsi: Destro (R)

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti