Serie A: poker Roma, Montella al tappeto

Quarta vittoria consecutiva per i giallorossi, trascinati da uno straordinario Francesco Totti, autore di due gol e un assist.

di Antonio Ferraro 9 dicembre 2012 0:01

Una Roma incontenibile batte la Fiorentina nell’anticipo serale della 16esima giornata. Nella gara del pomeriggio, invece, l’Atalanta aveva sconfitto il Parma 2-1 (reti di Denis e Peluso per i bergamaschi, di Amauri il gol degli emiliani).

All’Olimpico la squadra di Zeman vince 4-2, agganciando a quota 29 proprio i viola e, momentaneamente, la Lazio. Un risultato che sta decisamente stretto ai giallorossi, che hanno sprecato davvero tanto, rischiando in alcune occasioni di farsi raggiungere dagli uomini di Montella. Autentico protagonista del match, tanto per cambiare, Francesco Totti, autore di due gol e un assist. Una partita a tratti commovente quella del capitano giallorosso, che a 36 anni suonati continua a trascinare la Roma.

PRIMO TEMPO – Zeman lascia fuori De Rossi, Stekelenburg e Osvaldo. In attacco confermato il tridente anomalo di Siena formato da Pjanic, Totti e Destro. In casa viola, Olivera sostituisce Pizarro (in Cile per la morte della sorella) in cabina di regia. In avanti Toni è supportato da Cuadrado, con Jovetic in panchina.

Il match inizia alla grande per la Roma, che dopo 7 minuti va in vantaggio: punizione sul secondo palo di Totti, Tachtsidis schiaccia di testa e supera Viviano. Il gol, però, è di Castan, che, appostato sulla linea, tocca in porta. Ma al quarto d’ora i viola ristabiliscono la parità: schema su punizione, i giallorossi sbagliano il fuorigioco e la palla arriva a Gonzalo Rodriguez; il difensore argentino serve Roncaglia, che, tutto solo, infila Goicoechea.

Ma non c’è un attimo di respiro, perché cinque minuti dopo i giallorossi tornano avanti: bello scambio tra Destro e Totti, il capitano controlla al centro dell’area e deposita in rete. Dopo un paio di ottime chance sprecate da Destro, il numero 10 romanista si ripete allo scadere della prima frazione, scagliando una bomba da 35 metri che piega le mani a Viviano (per niente impeccabile). 3-1 per la Roma.

SECONDO TEMPO – Due giri di orologio e la Fiorentina accorcia le distanze con il neoentrato El Hamdaoui che, lasciato colpevolmente solo dalla difesa giallorossa, corregge di testa in rete un cross dalla sinistra di Borja Valero. La Roma riprende subito a macinare gioco, tornando a ripresentarsi con continuità dalle parti di Viviano. L’estremo difensore viola, incerto sul primo e il terzo gol dei giallorossi, è bravo prima a respingere la conclusione ravvicinata di Florenzi, poi a opporsi a quella di Bradley.

La squadra di Zeman sforna occasioni a ripetizione, ma non riesce a trovare il colpo del ko. E, così, nel finale la Fiorentina va vicina al pari con due clamorose palle gol. Prima Goicoechea respinge miracolosamente un tiro di Seferovic (entrato per Toni), poi, sull’angolo successivo, Bradley salva sulla linea un colpo di testa di Rodriguez. Passata la paura, la Roma chiude la partita con Osvaldo (entrato per Destro), imbeccato dall’intramontabile Francesco Totti.

Questo il tabellino del match:

Roma (4-3-3): Goicoechea; Piris, Marquinhos, Castan, Balzaretti; Bradley, Tachtsidis (De Rossi, 64′), Florenzi (Perrotta, 64′); Pjanic, Destro (Osvaldo, 74′), Totti. A disp.: Stekelenburg, Lobont, Taddei, Dodò, Burdisso, Romagnoli, Marquinho, Lamela, Nico Lopez. All.: Zeman

Fiorentina (3-5-2): Viviano; Roncaglia, Rodriguez, Savic; Cassani (Mati Fernandez, 46′), Borja Valero, Olivera (El Hamdaoui, 46′), Aquilani, Pasqual; Cuadrado, Toni (Seferovic, 83′). A disp.: Lupatelli, Neto, Tomovic, Migliaccio, Della Rocca, Bernardeschi, Romulo, Llama, Jovetic. All.: Montella

Arbitro: Banti di Livorno

Marcatori: Castan al 7′ (R); Roncaglia al 14′ (F); Totti al 19′ e al 45′ (R); El Hamdaoui al 47′ (F); Osvaldo all’88’ (R)

Ammoniti: Tachtsidis (R); Olivera, Cassani, Rodriguez, Cuadrado e Roncaglia (F)

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti