Serie A: bene Napoli e Inter, cadono le due romane

Nel pomeriggio della 33esima giornata di Serie A sono arrivate quattro vittorie esterne ed un solo pareggio, quello tra Siena e Bologna.

di Ernesto Vanacore 25 Aprile 2012 18:03

Un pomeriggio decisamente scoppiettante quello che ha visto scendere in campo la Serie A, in occasione del recupero della 33esima giornata (sospesa in occasione della scomparsa di Morosini). Nella giornata di ieri si erano viste le vittorie di Atalanta e Cagliari, mentre oggi la maggioranza delle partite ha avuto un esito inaspettato.

La prima in ordine cronologico è stata la disfatta della Lazio sul campo del Novara (giocata alle 12:30). Il vantaggio dei padroni di casa arriva a dieci minuti dallo scadere del primo tempo con un imbarazzante autogol di Diakitè. Nonostante l’episodio i biancocelesti hanno continuato a dominare la partita, imponendo il proprio gioco e concedendo agli avversari solo qualche ripartenza, e dopo soli due minuti arriva il pareggio di Antonio Candreva. Nella ripresa il copione della gara è lo stesso ma, sfortunatamente per la Lazio, è il Novara a trovare il gol vittoria con una splendida punizione di Giuseppe Mascara che regala tre punti ai piemontesi penultimi in classifica. I capitolini restano terzi nonostante la sconfitta, in piena zona Champions League.

Il pomeriggio di Serie A ci ha poi regalato diversi risultati inaspettati, muovendo la classifica in zona Europa e soprattutto in zona retrocessione: in primis la vittoria dell’Inter a Udine. Gli uomini di Stramaccioni partono malissimo e subiscono il dominio avversario per i primi venti minuti. Il vantaggio bianconero arriva ad opera di Danilo al sesto minuto e la squadra ospite sembra non essere in grado di reagire. La svolta arriva quattro minuti dopo quando Sneijder, con la complicità del portiere Handanovic, riesce a siglare il momentaneo pareggio con un debole tiro da fuori area. L’Inter inizia a prendere coraggio dal venticinquesimo e poco dopo arriva la doppietta personale del centrocampista olandese: Milito controlla il pallone in area e lo appoggia sulla corsa del numero 10, il tocco sotto è splendido così come il cucchiaio che si insacca alle spalle di Handanovic per il vantaggio nerazzurro. A cinque minuti dalla fine del primo tempo arriva pure il gol di Ricardo Alvarez, a seguito di una discesa palla al piede conclusa con un preciso diagonale destro.
Il secondo tempo viaggia sugli stessi binari del primo: l’Udinese prova a recuperare lo svantaggio ma l’Inter controlla discretamente il risultato e riesce a rendersi più volte pericolosa. La partita finisce 3 a 1.

Importantissima è stata anche la partita tra Lecce e Napoli, terminata 2 a 0 in favore dei partenopei. Hamsik ha aperto le marcature al quinto minuto con un gran destro dal limite dell’area, per poi contribuire con i compagni a quello che è stato un vero e proprio dominio ai danni dei padroni di casa. Il raddoppio di Cavani avviene a inizio ripresa e ha l’effetto di addormentare la partita, dato che i giallorossi hanno fatto ben poco per riuscire a riprendersi il risultato. Adesso il Napoli è quarto ad un solo punto dalla Lazio terza in classifica.

Disfatta clamorosa anche per la Roma, che perde in casa con la Fiorentina per 2 a 1. I viola partono benissimo e al secondo minuto l’incornata di Jovetic regala il vantaggio agli ospiti. I capitolini cercano di reagire ma la partita resta equilibrata, con occasioni da ambo le parti. Al 71esimo è Francesco Totti a deviare in rete un tiro di Gago partito da 30 metri, altrimenti indirizzato al portiere, regalando ai suoi compagni il momentaneo pareggio. L’uscita dal campo di Heinze lascia pensare che Luis Enrique volesse i tre punti e la beffa arriva al 92esimo. Lo slalom di Ljajic si conclude con un tiro parato da Curci ma sulla ribattuta si avventa Lazzari, che scarica un destro preciso a fil di palo. Nulla da fare per i giallorossi, sconfitti in casa e settimi in classifica, lontani 5 punti dai cugini laziali.

Per quanto riguarda la zona salvezza, importante è stata la vittoria del Parma a Palermo per 2 a 1, così come il pareggio per 1 a 1 tra Siena e Bologna. Adesso per queste quattro squadre la salvezza sembra più vicina, avendo il Palermo sei punti in più rispetto al Lecce terzultimo in classifica.

Commenti