Serie A, 26esima giornata: le gare di ieri

La Juve ha vita facile in casa col Siena. La Roma vince a Bergamo sotto la neve. Bene Catania, Cagliari e Sampdoria.

di Antonio Ferraro 25 febbraio 2013 6:48

Oltre che per il derby della Madonnina, la domenica della 26esima giornata si segnala per la ripresa della marcia scudetto della Juventus. I bianconeri battono agevolmente il Siena in casa con un secco 3-0 e salgono temporaneamente a +7 sul Napoli, impegnato alle 19:00 a Udine in uno dei due posticipi di stasera (l’altro è Lazio-Pescara, ore 21:00).

A regalare i tre punti agli uomini di Conte sono Lichtsteiner, su assist di Vucinic (30′), Giovinco, che piega le mani di Pegolo con un tiro di potenza sotto il sette (74′), e Pogba (rasoterra dal limite all’89’). L’altra buona notizia per i bianconeri è il rientro di Chiellini dopo due mesi di infortunio.

Nella neve di Bergamo, la Roma dà seguito alla vittoria ottenuta proprio contro la Juventus, battendo l’Atalanta 3-2. Ad andare in vantaggio, però, sono i padroni di casa: è l’8′ quando Livaja sfrutta un assist involontario di Bonaventura per battere Stekelenburg (difesa giallorossa distratta). Il pari giallorosso arriva dopo 4 minuti con un gol da cineteca di Marquinho, che ruba palla sulla trequarti offensiva e, giunto al limite dell’area, si sposta la sfera sul sinistro e tira a giro sul secondo palo.

Al 27′ gli uomini di Andreazzoli passano grazie a una punizione al bacio di Pjanic. A un soffio dall’intervallo, Livaja rimette le cose a posto per l’Atalanta con un gran tiro al volo di sinistro. Doppietta e secondo gol in A per l’attaccante croato in comproprietà con l’Inter. La Roma, però, non molla e al 71′ trova il gol vittoria con un colpo di testa da posizione defilata di Torosidis su cross di Bradley (primo gol in giallorosso per il greco).

In zona Europa League continua il cammino travolgente del Catania, che si impone 2-1 al Tardini di Parma. Di Lodi (5′) e Keko (44′) le reti degli etnei, di Amauri (87′) il gol dei padroni di casa. Continua il periodo positivo della Sampdoria (quinto risultato utile consecutivo), che nel lunch match delle 12:30 supera il Chievo a Marassi grazie ai sigilli di Poli al 33′ e di Eder in contropiede all’83’.

Infine, pioggia di gol (e di rigori) a Is Arenas tra Cagliari e Torino: vincono i sardi 4-3. In vantaggio la squadra di Pulga al 37′ con un rigore di Sau. A inizio ripresa, il Toro ribalta la situazione con Cerci (47′) e Stevanovic (54′). Al 75′ pareggia Conti.

Nel finale succede di tutto: all’87’ Pinilla porta in vantaggio i sardi con un altro penalty (rosso a Ogbonna). Un minuto dopo, granata in 9 (espulso Diop per una manata). Al 92′ arriva il terzo rigore del match: a beneficiarne, stavolta, sono gli ospiti: Bianchi fa 3-3. Finita? Macchè. All’ultimo respiro Conti tira da 30 metri, Glik devia e spiazza Gillet: pallone in rete e 4-3 finale. Rinviata per neve Bologna-Fiorentina.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti