Pescara-Juventus: sintesi, highlights, interviste e voti (video)

Quagliarella firma la sua prima tripletta in carriera e la dedica alla mamma

di Nadia Napolitano 11 novembre 2012 10:34

La Juventus stende il Pescara di Stroppa dopo 45′ minuti di gioco. Cinque gol nel primo tempo per archiviare la pratica dell’Adriatico con tripletta personale di Fabio Quagliarella, la prima in carriera da professionista. Il match, assolutamente unilaterale, ha messo in evidenza le caratteristiche offensive dell’organico bianconero, mai tanto determinato e compatto.

Molto tennis e poco calcio in una gara così. Apre le danze Arturo Vidal al 9′ su assist di Gionvinco. Raddoppia lo stabiese al 22′ involato da Isla. Arriva poi la risposta degli abruzzesi con gol di Cascione che schiaccia di testa alla destra di Buffon. A quel punto la Juventus si scatena: Asamoah segna in rovesciata su assist di tacco di Quagliarella. Lo show ha inizio così. A seguire tiro a volo di destro di Sebastian Giovinco, servito ancora una volta dall’attaccante partenopeo. Al 45′ l’ex Napoli infila ancora Perin (una serata che il portiere siamo sicuri non dimenticherà). Al rientro dagli spogliatoi, Pirlo mette in moto nuovamente il calciatore dai gol impossibili che marca il cartellino in rovesciata, firmando la sua prima tripletta in Serie A.

E’ la notte dei sogni di Fabio Quagliarella questa, non c’è che dire. L’attaccante, ritrovato bomber, non nasconde ai microfoni di Sky la sua felicità: “E’ la mia prima tripletta, sono felicissimo. Il terzo gol è stato la ciliegina sulla torta, è stato stupendo. Perché faccio gol così? Perché è nelle mie caratteristiche. Mi piacciono i gol belli, un gol in ‘tap-in’ non mi dà la stessa gioia di un gol bellissimo. Io ci provo sempre“. Per lui partire dalla panchina non è più un problema: “Il mister ci ha sempre detto che possiamo essere tutti titolari, come però può capitare di non giocare. Nell’ultimo periodo mi sta utilizzando molto di più rispetto all’anno scorso che tornavo da un infortunio grave. Obiettivo gol? Mi sono reso conto da un paio di anni posso puntare a superare quota 15 gol. Più si va avanti, più si ha esperienza e più si è tranquilli davanti alla porta“.

L’uomo partita Sky chiude l’intervento con queste parole: “E’ la mia prima tripletta in carriera, è sicuramente una bella cosa. Poi per un attaccante è sempre molto bello. L’imporante era vincere, abbiamo stravinto. Abbiamo dimostrato che il passo falso con l’Inter ci può stare. Se ci ha dato la scossa? Quello si sicuramente, ma ormai è passato. Dalle sconfitte ci si rialza più forti. Dobbiamo lavorare come abbiamo sempre fatto, abbiamo ripreso il nostro cammino. Dedica per i gol? A mia mamma che è stata operata ed è all’ospedale che mi guarda”.

Ecco i voti di Pescara-Juventus:
Pescara (3-5-2): Perin 4; Cosic 4, Capuano 4 (Caprari 6), Bocchetti 4; Zanon 4,5, Nielsen 4, Cascione 6, Quintero 6, Modesto 5; Abbruscato 5 (Vukusic 5), Jonathas 5 (Weiss 5,5).
Juventus (3-5-2): Buffon 6; Barzagli 6, Bonucci 6, Chiellini 6 (Marrone 6); Isla 6 (Padoin 6), Vidal 7,5, Pirlo 6, Marchisio 6,5, Asamoah 7,5; Quagliarella 9 (Bendtner 6), Giovinco 7

Pescara-Juventus: sintesi, highlights, interviste e voti (video)

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti