Serie A, Matri porta in trionfo la Juventus

Una doppietta dell'ex e un gol di Vucinic ribaltano il vantaggio iniziale del Cagliari siglato da Pinilla.

di Antonio Ferraro 21 dicembre 2012 22:55

Vittoria al cardiopalma della Juventus contro Cagliari nel secondo anticipo del 18° turno di Serie A. 3-1 per i bianconeri il punteggio sul neutro del Tardini. Nell’anticipo delle 18:00, il Pescara si impone 2-1 sul Catania. Abruzzesi avanti con Celik al 23’; al 36′ arriva il pari etneo con l’argentino Barrientos. Al 95’ la squadra di Bergodi trova il gol vittoria grazie a Togni, che sorprende Andujar su punizione.

CI PENSA MATRI – Al 16’ sardi in vantaggio: Sau entra in area, va a contatto con Vidal e cade, Damato concede il rigore su suggerimento dell’assistente di porta. Dal dischetto va Pinilla, che mette la palla sotto l’incrocio alla destra di Buffon. Un minuto dopo gli uomini di Conte hanno subito la chance per il pari, ma Quagliarella manca di un soffio la deviazione su cross di Asamoah. Il primo tempo scorre via senza altre emozioni, se si escludono le proteste bianconere al 39’ per un abbraccio in area di Astori su Quagliarella non sanzionato dall’arbitro.

La ripresa si accende all’improvviso al 19’, quando Bonucci colpisce di testa l’incrocio dei pali sugli sviluppi di calcio d’angolo; sul tap-in successivo di Matri è strepitoso Agazzi, poi Asamoah stacca per ribadire in gol, ma viene spintonato platealmente da Nainggolan. Per Damato è tutto regolare. Un minuto più tardi Cagliari in dieci: espulso Astori per doppia ammonizione. Pulga protesta e si fa cacciare dalla panchina.

Al 23’ ancora chance per la Juve, con Padoin che manda fuori di un soffio dopo una sponda di Asamoah. L’assedio bianconero potrebbe concretizzarsi al 27’, quando Giovinco viene atterrato in area da Del Fabro: Damato fischia il penalty, che, però, Vidal calcia alto. Ma è il preludio al pari, che arriva alla mezz’ora: tiro da fuori di Vucinic, Agazzi non trattiene e Matri mette dentro il gol dell’ex.

Tre minuti dopo, l’attaccante di Sant’Angelo Lodigiano va vicino al bis con un rasoterra da fuori area, ma Agazzi è bravo a deviare. L’occasionissima per gli uomini di Conte arriva all’88’: Matri si gira in area e crossa al centro per Asamoah, che si tuffa di testa trovando la prodigiosa opposizione di Agazzi.

Ma al secondo minuto di recupero la Juventus trova la vittoria: a segnare è ancora Matri, fortunato e rapace nello sfruttare un rimpallo sulle mani di Vidal causato da un rinvio alla cieca di Nenè. Buono solo per le statistiche il 3-1 di Vucinic al 95′.

Questo il tabellino del match:

Cagliari (4-3-1-2): Agazzi; Pisano, Astori, Ariaudo, Murru (Perico, 53’); Dessena, Nainggolan, Ekdal; Thiago Ribeiro; Pinilla (Nenè, 76’), Sau (Del Fabro, 67’). A disp.: Avramov, Avelar, Casarini, Cossu. All.: Pulga

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Caceres (Padoin, 62’); Lichtsteiner (Vucinic, 73’), Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Quagliarella (Matri, 61′), Giovinco. A disp.: Storari, Rubinho, Isla, Marrone, De Ceglie, Pogba, Giaccherini. All.: Conte.

Arbitro: Damato di Barletta

Marcatori: Pinilla su rig. al 16’ (C); Matri al 75’ e al 92′, Vucinic al 95′ (J)

Ammoniti: Ariaudo, Murru, Dessena e Pisano (C); Vidal e Lichtsteiner (J) – Espulsi: Astori e Pulga (C)

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti