Parla il preparatore atletico azzurro: “Ecco come faremo…”

Gli azzurri hanno speso molte energie contro l'Inghilterra e ora devono recuperare in vista della Germania.

di Ivano Sorrentino 26 giugno 2012 0:05

L’Italia nella gara di ieri contro l’Inghilterra ha speso davvero tanto a livello fisico. Gli azzurri infatti hanno corso per 120 minuti mostrando una condizione fisica sicuramente superiore a quella messa in mostra nelle precedenti gare del girone. Ora purtroppo c’è il grave problema del recupero in vista della gara contro la Germania: i tedeschi infatti hanno avuto due giorni in più di riposo e contro la Grecia sono riusciti a chiudere i giochi nei tempi regolamentari, la differenza di condizione dunque potrebbe essere molta.

Proprio per questo il preparatore atletico della nazionale Venturati si è messo subito a lavoro per permettere ai giocatori di riposarsi dalle fatiche del match contro i britannici:Il recupero inizia al triplice fischio della gara precedente. Generalmente ci preoccupiamo di far integrare gli zuccheri al termine della gara. Entro un’ora, poi, i ragazzi sono abituati a mangiare carboidrati e proteine. Per quanto riguarda l’allenamento si può fare ben poco.La prestazione atletica di ieri è figlia di un grandissimo ordine tattico e soprattutto dell’aver sfruttato i sei giorni di riposoProprio in quest’ottica i due giorni di ritardo dalla Germania purtroppo non si azzerano, sicuramente da questo punto di vista siamo svantaggiati e non possiamo farci niente”.

Venturati inoltre ci fornisce anche un’idea di quello che è il programma di allenamento che Pirlo e compagni rispetteranno nelle sessioni immediatamente successive alla partita:“Nell’allenamenti subito successivi al match il protocollo mira a far velocizzare il recupero dal punto di vista muscolare e neuromuscolare. Faremo valutazioni per quanto riguarda la variabilità cardiaca e un piccolo circuito in palestra, mentre la corsa sarà poca per non aumentare gli impatti a terra; poi ci sarà un po’ di bike”. Ancora una volta, a prescindere di come andrà la sfida contro la Germania, è bene sottolineare che alle spalle dei giocatori e dell’allenatore vi è uno staff tecnico che, seppur lavorando dietro le quinte, apporta sicuramente valore a questa nazionale.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti