Napoli-Milan 3-1, le pagelle: Cavani implacabile, Pato inguardabile

di Gianni Monaco 18 Settembre 2011 21:02

Due partite di campionato, un solo punto. Il Milan è nelle ultime posizioni della classifica. Un vero disastro, se pensiamo che appena 4 mesi fa la squadra di Massimo Allegri diventava campione d’Italia. La sconfitta di Napoli è meritata. E non può essere giustificata con l’assenza di 9 giocatori, pur importanti.

Il match era iniziato bene per i rossoneri, grazie al gol di Aquilani al 12′. Pochi secondi dopo, sull’ennesima distrazione difensiva della stagione, il pareggio di Edinson Cavani. L’ex Palermo va ancora a segno al 36′ e chiude i conti nella ripresa. Se la prima frazione è stata tutto sommato equilibrata, dopo il 3-1 azzurro il Milan si è letteralmente arreso. Un atteggiamento che certamente lascerà sconcertati i tifosi rossoneri. Quelli del Napoli, invece, hanno di che festeggiare. I campani sono in vetta alla classifica di Serie A. Puntare allo scudetto si può, specie se il Milan, l’Inter e la Roma sono quelli visti fino ad oggi.

PAGELLE NAPOLI-MILAN 3-1

Cavani 8,5: Un gol al Manchester City, una tripletta al Milan. Conferma di essere attaccante di livello internazionale.

Campagnaro 7,5: Vince quasi tutti i duelli con gli attaccanti rossoneri.

Maggio 7,5: In forma straordinaria. Insuperabile in fase difensiva, sempre bravissimo a proiettarsi in avanti. Sembra non conoscere la fatica.

De Sanctis 7: Si supera quando dice no ad Aquilani sul 2-1 per il Napoli.

Gargano 7: Ha vita facile contro gli spenti centrocampisti avversari.

Cannavaro 7: Dominatore incontrastato dell’area di rigore.

Aquilani 6,5: L’unico centrocampista rossonero a mostrare un po’ di dinamismo. Segna un gol, uno se lo divora, un altro lo sfiora con un bel tiro da fuori area.

Abate 6: Uno degli ultimi ad arrendersi.

Cassano 6: Molto impegno, ma può incidere poco, anche a causa della brutta serata di Pato.

Lavezzi 6: Non è al meglio e si vede. Dà comunque un po’ di filo da torcere alla imbarazzante difesa del Milan.

Hamsik 6: Non la sua migliore gara. Bada a fare le cose semplici, invece di osare qualcosa.

Nesta 5: In grossa difficoltà contro gli attaccanti azzurri. Sicuro, mister Allegri, che a 35 anni Nesta possa giocare tre partite a settimana?

Emanuelson 5: Gioca l’ultima mezz’ora. Gioca, si fa per dire… Non incide minimamente su una partita che a quel punto (63′) sembra già finita.

Bonera 4,5: Inefficace sia in fase difensiva, che offensiva. Conferma che schierato come terzino sinistro ha grosse difficoltà. Allegri se ne accorge soltanto dopo un’ora abbondante.

Van Bommel 4,5: Lento, macchinoso, impreciso. Un peso per la squadra.

Pato 4,5: Di testa o di piede, ogni pallone che passa dalle sue parti si perde. Inguardabile, a tratti svogliato e arrendevole. Almeno due passi indietro rispetto a Barcellona.

Commenti