Milan, offerta per Destro e Stekelenburg

La Roma chiude tutte le porte: Destro incedibile, Stekelenburg piace in Premier

di Nadia Napolitano 10 Gennaio 2013 12:00

Il Milan ci prova per Destro e Stekelenburg, ricevendo un no secco da Trigoria. Dopo le esternazioni di Berlusconi, che ha tessuto le lodi del giovane attaccante giallorosso, Galliani affonda il colpo con un’offerta di 15 milioni, prontamente rispedita al mittente. La società romanista non intende privarsi del suo gioiello, arrivato quest’estate dopo una trattativa intricata e travagliata. Non c’è alcuna voglia di gettare le basi per un’operazione senza senso, viste anche le qualità di cui il ragazzo è dotato. L’ex Siena, però, potrebbe anche decidere di riaprire i giochi, non sentendosi al centro del progetto tecnico di Zeman. Il boemo, infatti, non sembra inserirlo in pianta stabile nel suo undici titolare, con gran risentimento da parte del giovane, spesse volte finito in panchina ingiustamente.

Per Stekelenburg la situazione è diversa: la dirigenza giallorossa vorrebbe monetizzare al massimo dalla cessione dell’olandese, senza dover ricorrere allo scambio propinato da via Turati con Amelia. Il portiere, infatti, pare piacere molto al Fulham. Il Milan, a questo punto, potrà virare su Perin, estremo difensore del Pescara in prestito dal Genoa, su cui vige anche il forte interesse del Napoli (Bigon vorrebbe farne il vice-De Sanctis). Oggi vi sarà un incontro preliminare tra Galliani e Rino Foschi per decidere le sorti del giovane talento.

Per il club rossonero le buone notizie arrivano sul fronte difensivo: Mesbah ha deciso di accettare il trasferimento al Parma (dopo i rifiuti estivi di Palermo e Torino), sbloccando così l’operazione Zaccardo, previa cessione di Abate, al passo d’addio e presto bene accolto dallo Zenit (Galliani aspetta solo un ritocco sul prezzo finale per piazzarlo a 15 milioni).

In questo quadro generale di operazioni in entrata e in uscita, il giovane Saponara non è che la ciliegina sulla torta: proprio ieri il Milan è riuscito a strappare all’Empoli metà del suo cartellino (con un esborso di 2,1 milioni di euro), con assalto finale al Parma, detentore dell’altra metà. L’incontro è fissato per i primi giorni della prossima settimana, ma tutto lascia presagire alla buona riuscita dell’operazione.

Commenti