Destro-Roma, tutti i retroscena

Il trasferimento del bomber Mattia Destro alla Roma si è concluso ma la trattativa non è stata di certo delle più facili.

di Ivano Sorrentino 25 Luglio 2012 12:19

Mattia Destro è un nuovo giocatore della Roma. Il bomber ex Siena dunque va a rinforzare non poco il pacchetto offensivo dei giallorossi facendo contento il tecnico Zeman che dal primo momento ha voluto alla Roma l’attaccante classe 91′. La trattativa però non è stata sicuramente delle più facili: Destro infatti è stato a lungo corteggiato dalla Roma prima di dare il suo consenso al trasferimento tanto che la piazza giallorossa cominciava a spazientirsi proprio per il lungo periodo di tempo che l’attaccante si è preso per decidere.

Oltre all’incertezza iniziale di Destro altri sono stati gli eventi che hanno complicato non poco il lavoro degli uomini di mercato giallorossi. Negli ultimi giorni infatti anche la Juventus si era fatta prepotentemente avanti alla ricerca del bomber sfruttando sopratutto un episodio casuale: il tecnico Antonio Conte aveva infatti incontrato il padre di Destro in spiaggia a San Benedetto del Tronto e, tra un bagno e l’altro, aveva cercato di convincere il genitore del calciatore a farlo trasferire in bianconero, senza però riuscirci.

Oltre alla concorrenza della Juventus la Roma ha dovuto combattere anche quella dell’Inter: i nerazzurri infatti volevano a tutti i costi riportare Destro a casa, visto che il giocatore proviene proprio dalla primavera della squadra di Moratti. L’ultimo imprevisto in ordine cronologico è stato quello di ieri, quando gli agenti del calciatore avevano appuntamento alle 15:00 per firmare il contratto con i dirigenti della Roma e si sono presentati con ben due ore di ritardo.

Insomma, dopo una serie di peripezie oggi si può annunciare che Destro è un calciatore giallorosso e andrà a fare compagnia ad una serie di attaccanti che, almeno sulla carta, potrebbe davvero arrivare a segnare una mole di reti impressionante. Se inoltre si considera che il gioco di Zeman è proprio improntato all’attacco, quest’anno la Roma si candida davvero ad essere una delle squadre più prolifiche in zona gol.

Commenti