Manchester City all’ultimo respiro

Pochi goals nella prima parte del diciottesimo turno di Premier League. Poker del Liverpool. Tottenham e Arsenal OK a fatica. Riparte il WBA.

di Antonio Pio Cristino 23 dicembre 2012 13:29

Il veterano Gareth Barry ha regalato i tre punti al Manchester City, che solo al 93′ è risucito ad avere la meglio sul fanalino di coda Reading all’Etihad Stadium. La sofferta vittoria dei Citizens basta però per mettere pressione sui cugini del Manchester United, impegnati nel sunday time contro lo Swansea in Galles.

POCHI GOAL – Solo quattordici le reti segnate fino a questo punto della diciottesima giornata di Premier League. Ad eccezione della larga vittoria del Liverpool contro il Fulham, i tabellini delle restanti sette gare hanno fatto registrare quattro vittorie di misura per 1-0, due per 2-1, e un pareggio a reti inviolate.

Detto dei campioni d’Inghilterra in carica del City, anche l’Arsenal ha sofferto più del dovuto per espugnare il ‘DW Stadium’ del Wigan Athletic. Il solito rigore vincente di Arteta ha relegato le ambizioni dei padroni di casa, rilanciando quelle dei ‘Gunners’ consacrati dalla terza vittoria consecutiva. Pure il Newcastle ha faticato più del dovuto per regolare la pratica casalinga contro il modesto Queens Park Rangers. Il goal partita di Ameobi è arrivato infatti solo all’81’. L’ultimo 0-1 si è registrato invece nella sfida salvezza tra Southampton e Sunderland. I ‘Black Cates’ hanno dato un calcio alla loro crisi di risultati grazie a Fletcher.

Il Tottenham ha invece impattato senza reti al ‘White Hart Lane’ contro lo Stoke City. Nonostante il misero 0-0, gli ‘Speroni’ hanno agguantato il momentaneo terzo posto in Premier League insieme a Everton, WBA e Arsenal, in attesa di conoscere l’esito del posticipo tra Chelsea e Aston Villa.

LE NUOVE TERZE – Il West Bromwich Albion ha ricominciato a correre dopo gli ultimi deludenti risultati (un punto nelle precedenti quattro gare). I biancoazzurri hanno battuto il Norwich 2-1 grazie anche al sesto goal stagionale del belga Lukaku. Ancora più performante è stato il risultato dell’Everton che ha espugnato in rimonta l’Upton Park del West Ham. Anichebe e Pienaar hanno risposto all’iniziale vantaggio degli ‘Hammers’ con Cole. Entrambi i team hanno poi chiuso la gara in dieci per le espulsioni dello stesso Cole e di Gibson.

POKER REDS – Skrtel, Gerrard, Downing e Suàrez hanno riportato il sorriso all’Anfield Road. Il Liverpool si è riaffacciato così in zona Europa League, sperando in un prosieguo di campionato dal trend più costante.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti