Champions League, Manchester-Chelsea: Ancelotti s’aggrappa al precedente

di David Spagnoletto 11 aprile 2011 15:11

Ancelotti deve batte il Manchester United se vuole portare il suo Chelsea alle semifinali di Champions League. Partita che non solo si presenta difficile per la forza e la compattezza della squadra di Ferguson, ma anche perché l’impresa va fatta all’Old Trafford, stadio da sempre ostico per qualunque formazione.

L’ex allenatore del Milan si aggrappa al precedente di un anno fa, quando i Blues espugnarono il fortino dei Red Devils per 2-1 grazie alle reti di Joe Cole e Drogba. Risultato che ribalterebbe l’andata (0-1) e darebbe al Chelsea la possibilità di entrare nelle prime 4 d’Europa. La scaramanzia vuole che il Manchester non perda in casa proprio da quella partita e che il Chelsea sia stato capace di espugnare il “Teatro dei sogni” ben 4 su 11 negli ultimi dieci anni.

Ancelotti dovrà caricare i suoi, ma soprattutto avrà l’ingrato compito di avere la meglio su quella vecchia volpe di Ferguson, un vero e proprio stratega del calcio europeo.

Per vincere il match, i Blues dovranno far affidamento sui loro giocatori migliori che sono mancati nella partita allo Stamford Bridge. Fra tutti Torres e Drogba che nella prima partita non hanno rispettato la loro fama e non sono quasi mai riusciti a trovare la via della rete.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti