L’Inter affonda la Fiorentina e tira un sospiro di sollievo

L'Inter, reduce da due sconfitte consecutive, pur non brillando, riesce a sconfiggere una spenta Fiorentina per 2-0, grazie alle reti di Pazzini e Nagatomo. I nerazzurri fanno un piccolo balzo in avanti in classifica portandosi a quota 17. Gli uomini di Delio Rossi rimangono invece fermi a quota 16.

di Simona Vitale 11 Dicembre 2011 0:28

L’Inter torna a respirare in Campionato sconfiggendo a San Siro la Fiorentina che perde la sua decima gara nelle ultime dieci partite giocate nello stadio milanese. L’anticipo serale della 15esima giornata di Serie A non è proprio dei più entusiasmanti: da un lato i viola di Delio Rossi soffrono per le numerose assenze: una su tutti quella di Jovetic. Dall’altro lato, invece, i nerazzurri di Ranieri non brillano in quanto a fantasia, ma sanno meglio sfruttare le occasioni concesse dagli avversari. Pazzini, approfittando di un errore di Natali, realizza l’1-0, che regala il vantaggio ai padroni di casa.

Nella ripresa, invece, su rinvio sbagliato di Pasqual, è Nagatomo ad insaccare per il 2-0 definitivo. Dopo due sconfitte consecutive, Ranieri puà davvero tornare a sorridere e risalire la china in una classifica che stava diventando a dir poco imbarazzante. L’Inter si porta dunque a quota 17 sorpassando i viola fermi a quota 16. Il primo tempo della partita vede l’Inter partire molto forte, con Coutinho che cerca di indirizzare Pazzini in rete ma Boruc è attento e blocca. Sembrerebbe l’inizio di un assedio interista, ma non succede più nulla sino alla mezz’ora. Ed è sempre Coutinho che spinge l’azione dei nerazzurri, tanto da riuscire al 42′ finalmente a servire Pazzini che riesce ad insaccare per il vantaggio dell’Inter. Nella ripresa ci si attenderebbe una qualche reazione viola che non tarda ad arrivare ma è, bensì, del tutto assente. Al contrario al 48′ Nagatomo chiude i conti per i nerazzurri. Ci sarebbe anche spazio per il 3-0, ma al 77′ Muntari, subentrato a Coutinho, spreca l’occasione. L’Inter vince ma non convince del tutto, sebbene la vittoria sia importantissima per classifica e morale della squadra. Per la Fiorentina partita da dimenticare:  insufficienze a gò gò, si salva solo Salifu, giovane interessantissimo. Disastrosi Munari e Lazzari. Evanescente Liaijc, che non è Jovetic e si vede. Imbarazzante, invece, l’errore di Natali in occasione dell’1-0.

Commenti