La Lazio crolla a Siena nel primo anticipo di Serie A del 2012

di Gianni Monaco 7 Gennaio 2012 19:55

Siena-Lazio è la prima gara di Serie A del 2012. Il nuovo anno comincia all’insegna di una clamorosa sorpresa. Non solo perché la squadra di Reja esce sconfitta, ma soprattutto per le dimensioni del tracollo.

Dopo appena 10 minuti i padroni di casa sono in vantaggio. L’azione personale è di Destro che, su rilancio della sua difesa, porta palla, entra in area e trafigge Bizzarri. Al 34′ Brienza viene atterrato da Stankevicius e si guadagna un calcio di rigore: lo batte Calaiò, che porta i suoi sul 2-0. Al 41′ la reazione della Lazio: il cross è di Lulic, il colpo di testa di Cissè, ma Pegolo è bravo a tuffarsi e mettere in angolo. Il primo tempo da incubo delle aquile si chiude nel peggiore dei modi. Nel recupero, infatti, Destro va via a due uomini e nonostante il fallo di Bizzarri riesce a segnare. L’arbitro Gervasoni non concede il vantaggio ed espelle il portiere della Lazio. Dal dischetto va ancora Calaiò, che batte il neo entrato Carrizo. Al riposo si va sul 3-0 per il miglior Siena della stagione.

Nella ripresa la Lazio prova a fare qualcosa in più, anche se in 10 uomini è molto complicato. Al 49′ Klose di testa mette a lato da ottima posizione. Al 53′ è Cissè, su cross di Gonzales, a tentare di riapire la gara: facile la parata di Pegolo. Ma il Siena non ci sta a farsi assediare dalla Lazio e con Destro, in più di un’occasione, vuole chiudere definitivamente i conti. Al 61′ l’ex interista, di testa, non centra la porta. Al 63′, dopo avere superato Stankevicius, si fa parare la conclusione da Carrizo. Ma al minuto 81 Destro può ancora gioire. Il cross è di Del Gross, il colpo di testa è vincente ed è il 4-0.

Con questa sconfitta, la prima in trasferta, la Lazio resta al quarto posto a quota 30 punti, ma rischia di perdere contatto con le zone altissime della classifica. Il Siena, reduce da un pessimo mese di dicembre, sale a 18: ora è a +6 sulla zona retrocessione.

Commenti