Euro 2012, Germania-Italia: le pagelle degli azzurri

Ancora una volta tutta la squadra azzurra è oltre la sufficienza

di Ivano Sorrentino 29 giugno 2012 2:34

Abbiamo fatto una grande impresa. Sicuramente è questo il primo pensiero di chi stasera ha visto giocare la nazionale italiana che, ancora una volta, ha offerto una prestazione incredibile e ha battuto la squadra che molti consideravano la vera e propria favorita del torneo. Ecco le pagelle degli azzurri:

Buffon 7,5: sembra essere insicuro su qualche presa ma sfoderà alcune parate, sopratutto quella su una punizione a metà del secondo tempo, che di fatto ci permettono di mantenere il risultato. Alla fine si arrabbia perchè gli attaccanti non hanno chiuso il match è esce dal campo imbronciato, leader.

Balzaretti 6,5: si ritrova a dover sostituire Abate e gioca una discreta partita in copertura, peccato per quel fallo di mano finale che regala il rigore ai tedeschi.

Bonucci 7: sempre attento in copertura e nell’impostazione non sbaglia mai. Favorito anche dalla grande prestazione dal suo copagno di reparto Barzagli.

Barzagli 8: annienta Mario Gomez e nella ripresa chiude molto spesso le iniziative di Klose, come se non bastasse vince gran parte dei contrasti aerei, davvero una prova magistrale.

Chiellini 6:da esterno spinge poco anche se ne avrebbe spesso l’opportunità, difensivamente sfodera una prova sufficiente.

De Rossi 7,5: mezzo voto in più perchè non è al meglio della condizione, lotta su ogni pallone, cuor di leone.

Marchisio 6,5: ineccepibile a centrocampo ma in avanti spreca troppo.

Pirlo 8,5: piccola provocazione, sarebbe cosi insensato dargli il Pallone d’Oro? Quali altri giocatori hanno le sue caratteristiche? Unico.

Montolivo 6,5: disordinato in fase di impostazione ma è suo il lancio che pesca Balotelli in occasione del secondo gol.

Diamanti 6,5: non si fa vedere tantissimo ma contribuisce a rendere più vivace la manovra.

Motta 6: entra e prova a contenere la pressione tedesca riuscendoci in alcune occasioni.

Cassano 7,5: gli bastano 10 secondi per mandare in bambola la difesa tedesca e servire a Balotelli un pallone al bacio, cala come sempre ma non possiamo chiedergli di più adesso.

Di Natale 6: ha una ghiotta occasione che fallisce, non è da lui.

Balotelli 9: “he’s a striker”. Lo cantano i tifosi del City e “Supermario” è davvero un signor attaccante. Fa salire la squadra guadagnandosi preziosi falli, segna due reti e ci porta in semifinale, straordinario.

Prandelli 8,5: l’esempio di come si possa arrivare lontano con il silenzio e l’abnegazione. I tedeschi erano convinti di essere favoriti, Prandelli gliel’ha fatto credere. Ora loro sono a casa e noi in finale.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti