Allegri: “Se l’Inter perde, è fuori dalla lotta scudetto”

di David Spagnoletto 12 Gennaio 2012 12:35

L’Inter non può perdere il derby, altrimenti è fuori dalla lotta per lo scudetto. E’ la sintesi del discorso di Massimiliano Allegri a tre giorni dalla stracittadina contro i nerazzurri. L’allenatore rossonero mette in panchina la diplomazia, che è solita in questi casi, e dice:

“Salvo eventi clamorosi, l’Inter ha l’obbligo di vincere per rientrare nel giro-scudetto. In questo senso il derby di domenica conta persino più di quello di nove mesi e mezzo fa, perché allora un pareggio avrebbe tenuto i nerazzurri a 2 punti. Stavolta invece resterebbero a 8 punti da noi e magari a 10 dalla Juve. L’Inter non può sbagliare niente. Se lo scudetto si dovesse conquistare a 80 punti, che già è una media bassa, visto come si sta correndo, i nerazzurri dovrebbero vincere 17 partite su 19. Questa è aritmetica”.

L’ex allenatore del Cagliari parla anche del rinnovo del suo contratto che scadrà il prossimo 30 giugno:

“Non ci sono problemi, è solo una questione di tempo. Ci siamo già parlati due o tre volte con la società. C’è la volontà da parte mia di rimanere e quella della società di confermarmi. Penso che risolveremo la vicenda a breve ma prima del derby la vedo difficile. Per me è importante rimanere al Milan e sono convinto che troveremo l’accordo, anche perché lo scoglio alla soluzione dell’accordo non è grande”.

Commenti