Sheva carica il Milan: “Puoi ancora farcela…”

L'ex attaccante ucraino del Milan parla del derby di stasera e confida nella sua ex squadra.

di Ivano Sorrentino 6 maggio 2012 13:17

Sono passati ormai diversi anni da quando decideva i derby con i suoi gol ma Andry Shevchenko sente sempre molto la sfida tra Milan e Inter. Il giocatore ucraino infatti non ha mai dimenticato al sua ex squadra con cui conquistò tantissimi successi, e oggi tiene a caricare i giocatori rossoneri in vista del delicato match di stasera:”Io mi auguro, ovviamente, il Milan perché così potrebbe restare in lotta per lo scudetto. La Juve è padrona del suo destino ma il Milan è ancora in corsa. Io penso che i nerazzurri vogliano assolutamente vincere per puntare al terzo posto. E’ vero, non è stata una grande annata per i nerazzurri. Ma il derby sfugge a tutti i pronostici“.

Dopo aver parlato della gara Shevchenko dice la sua anche riguardo l’operato di Massimiliano Allegri, un tecnico che ha guadagnato la stima dell’attaccante:”Ha fatto bene. Con Allegri il Milan ha iniziato a giocare diversamente e, secondo me, anche meglio. E’ un allenatore molto concreto, ha una grande grinta e non si scoraggia mai. In questi 2 anni ha saputo gestire molto bene l’emergenza-infortuni“.

Shevchenko però da grande esperto di calcio e con grande sincerità parla anche della Juventus di Conte. L’ucraino inolter è convinto, a differenza di molti altri, che la mossa del Milan di cedere ai rivali bianconeri un giocatore come Pirlo sia stata intelligente visto che, secondo Shevchenko, il centrocampista non avrebbe più avuto molti stimoli al Milan: “Conte, pur essendo un allenatore giovane, conosceva già molto bene l’ambiente essendo stato capitano di questa squadra. E’ stata fatta per lui una campagna-acquisti importante. Pirlo? Nel suo ruolo Andrea è ancora il migliore. Ma se fosse rimasto al Milan non avrebbe reso come sta facendo in maglia bianconera dove ha stimoli e motivazioni diverse“. Se lo dice un bomber della caratura di “Sheva” c’è assolutamente da crederci.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti