Allegri confessa: “Pirlo sarebbe servito, ma è stata una scelta economica”

di Ivano Sorrentino 29 Gennaio 2012 23:37

Il Milan non ci sta e con il successo ottenuto contor il Cagliari fa capire alla Juventus che non mollerà fino all’ultima partita. I rossoneri infatti hanno vinto una gara importante,proprio per mantenere il distacco inalterato ad un punto, con la testa allo scontro diretto che si giocherà proprio in casa dei rossoneri a fine Febbraio. Il tecnico Massimiliano Allegri dunque non può non essere super soddisfatto della prestazione offerta dai propri ragazzi, anche se, viste le numerose assenze a centrocampo, non sarebbe stato saggio trattenere al Milan Andrea Pirlo:Già l’anno scorso quando Pirlo si era fatto male avevo deciso si spostare il regista e di farl giocare anche come esterno. Non so se con Pirlo o senza Pirlo la Juventus sarebbe stata comunque prima, ma non dimentichiamoci che stiamo parlando di un campione. Ricordo che comunque quella di Pirlo è stata anche una scelta economica e che ha riguardato anche gli stimoli“.

Nessuno infatti può dire se, senza il centrocampista, la Juventus sarebbe comunque prima, e proprio per questo Allegri si limita a commentare il successo ottenuto contro i sardi:”Era importante vincere stasera per rimanere in scia sulla Juventus ed allungare sulle altre, è vero che in questo momento per lo scudetto può essere considerata una lotta a due. Non abbiamo iniziato molto bene, secondo me anche a causa del campo. Però una volta che abbiamo sbloccato la partita grazie alla magia di Ibra è stato tutto in discesa. Anche se siamo pochi a centrocampo ed abbiamo poche alternative a destra, non sono preoccupato. Dispiace aver perso Merkel per 2 mesi, ma Emanuelson sta giocando bene“.

Ora il Milan dovrà giocare il prossimo turno contro il Napoli di Mazzarri, una sfida ostica visto che i partenopei stentano in campionato e vorranno a tutti i costi cercare di risollevarsi.

Commenti