Pirlo: “Sono stato io a decidere di lasciare il Milan e non viceversa”

Adriano Galliani, invece, ha sempre affermato che la decisione è stata presa di comune accordo tra il club e il giocatore cresciuto nel Brescia.

di Gianni Monaco 28 ottobre 2011 14:01

Per dieci anni Andrea Pirlo è stato uno degli uomini simbolo del Milan. Alla Juventus sembra vivere una seconda giovinezza, nonostante i 32 anni. Galliani ha sempre detto che la decisione è stata presa di comune accordo, anche perché il giocatore pretendeva uno stipendio troppo alto e i progetti tecnici di Allegri erano altri. Ma il centrocampista ha una versione differente.

Ho preso io la decisione di lasciare il Milan – ha detto Pirlo a Tuttosport – cercavo una nuova esperienza, sono convinto che se avessi voluto sarei rimasto. Avevo bisogno di motivazioni nuove, vincere in una società dove non si vince da tempo è uno stimolo importante”.

Pirlo, che di Champions League ne ha vinte due, quest’anno non può disputare il trofeo più ambito in Europa. L’ex di Inter, Brescia e Reggina ha detto che “non è il massimo”, ma che se non altro avrà modo di riposarsi un po’ di più per potere dare il meglio nella prossima stagione. Pirlo ha chiarito di avere ricevuto offerte anche da club che la Champions la disputavano, ma che alla fine ha preferito il progetto bianconero.

Oltre 100 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti