Vidal si presenta in ritardo, il ct del Cile lo manda a casa

Il calciatore juventino arriva nell'albergo con 45 minuti di ritardo e il ct Claudio Borghi lo spedisce a casa, si era recato al battesimo del figlio del tecnico.

di Ivano Sorrentino 9 novembre 2011 17:56

Fa molto discutere la notizia dell’allontanamento di Arturo Vidal dalla nazionale cilena. Il calciatore della Juventus infatti si è presentato in ritardo di 45 minuti nell’albergo dove risiedeva la sua nazionale, episodio che ha mandato su tutte le furie il commissario tecnico della squadra Claudio Borghi che ha ordinato a Vidal e agli altri 4 giocatori di tornare a casa.

Un eccesso di severità dunque, sopratutto se si pensa che i giocatori non provenivano da nessuna serata in discoteca, bensì dal battesimo del figlio del ct. Il Cile dunque farà a meno di Vidal nelle delicate sfide per le qualificazioni ai mondiali 2014 contro Uruguay e Brasile due sfide che possono essere decisive per la “roja”. La notizia della singolare esclusione sarà confermata da un comunicato stampa della federazione cilena, intanto chi trae giovamento da questa vicenda è la Juventus di Antonio Conte che avrà di nuovo a disposizione il suo giocatore.

68 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti