Juventus, padre e zia di Vidal arrestati per possesso di cocaina

Il padre e la zia di Arturo Vidal, centrocampista della Juventus, sono stati arrestati questa mattina alle prime luci dell'alba, per possesso di cocaina. Una brutta tegola sul giocatore, già scosso da suo allontanamento dalla nazionale cilena per aver alzato troppo il gomito durante una notte brava.

di Simona Vitale 1 Dicembre 2011 16:01

Non certo un periodo fortunato per il centrocampista juventino Arturo Vidal. Ai successi in campo con la Vecchia Signora, nella quale sta dimostrando di avere una certa tecnica e notevole grinta, si alternano momenti non certo piacevoli nella vita privata. Dopo essere stato allontanato dalla nazionale cilena per aver alzato troppo il gomito durante una notte brava, notizie non certo migliori gli sono giunte presso il ritiro dei bianconeri.

Difatti Erasmo e Susana Vidal, rispettivamente padre e zia del calciatore juventino, sono stati arrestati questa mattina in Cile alle prime luci dell’alba, dopo essere stati trovati per strada in possesso di 150 cartine di cocaina. I due sono stati poi accompagnati al 51esimo Commissariato della Vittoria a Santiago del Cile, dove i due sono stati interrogati. Il rapporto di Vidal con il padre è sempre stato piuttosto distante soprattutto nel corso degli ultimi anni, ma certamente la brutta vicenda ha colpito molto il 24 enne calciatore bianconero.

Commenti