Van Basten attacca Conte: “Mi sembra solamente un fanatico”

L'indimenticato attaccante olandese del Milan attacca l'allenatore della Juvenutus e parla anche della squadra attuale e di Zlatan Ibrahimovic

di Ivano Sorrentino 20 marzo 2012 15:57

Se si chiede ad un tifoso milanista di circa 30 anni quale sia stato il più grande giocatore che abbia visto giocare con la maglia dei rossoneri molto probabilmente la risposta sarà “Marco Van Basten”. L’attaccante olandese infatti sulla sponda milanista del Naviglio ha costruito gran parte delle sue fortune, stagioni incredibili che l’hanno portato a diventare uno degli attaccanti più forti di tutti i tempi. Nonostante siano passati diversi anni infatti la tifoseria rossonera ricorda ancora con affatto il “cigno di Utrecht” e non è raro vedere qualche striscione a San Siro ancora inneggiante a Van Basten, come quello presente stabilmente che recita “Marco unico”.

Insomma nessuno si è dimenticato dell’olandese, neanche il presidente Berlusconi che non perde mai occasione per ricordare le gesta di uno dei suoi campioni preferiti. Questa volta però è stato lo stesso Van Basten a parlare della sua ex squadra, partendo però dagli acerrimi nemici della Juventus: “Milan e Juve stanno dando vita ad un grande duello, i bianconeri mi piacciono ma mentre il Milan ha Allegri che è un tecnico preparato loro hanno Conte che mi sembra solamente un fanatico”. Parole dure dunque che potrebbero essere replicate dal trainer bianconero già questa sera in occasione della partita di Coppa Italia, un appuntamento già molto sentito da entrambi gli schieramenti.

Ovviamente Van Basten non si è limitato solamente ad attaccare Conte ma ha anche speso qualche parola su quello che in molti considerano il suo erede, ovvero Zlatan Ibrahimovic: In molti ci paragonano continuamente ma io ritengo che Zlatan abbia delle caratteristiche tutte sue. Nonostante siamo cresciuti entrambi nel vivaio dell’Ajax forse io avevo più velocità mentre lui è sicuramente più forte fisicamente di quanto lo ero io. Un altro punto in comune è che entrambi abbiamo segnato molto nel campionato italiano, ma credo sia solamente una coincidenza”.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti