Galliani malinconico:”Ibra è forte ma non è come Van Basten”

di Ivano Sorrentino 12 marzo 2012 17:12

Se il Milan occupa il primato in classifica e guarda la Juventus da ben quattro punti di vantaggio deve ringraziare sopratutto alle prodezze di Zlatan Ibrahimovic. Il giocatore svedese infatti sta giocando una stagione straordinaria riuscendo ad andare in goal praticamente ad ogni partita, portando così dei punti fondamentali al Milan. Visto il grande momento dell’attaccante in molti hanno pensato di paragonare l’ariete ad alcuni grandi che in passato hanno vestito la maglia del club più titolato al mondo. Adriano Galliani però, pur non perdendo mai occasione di elogiare Ibra, è convinto che in passato il Milan ha avuto calciatori ancora più forti: “Zlatan è un grande campione, ma per essere paragonato a uno come Van Batsen deve vincere qualcosina di più. Marco si è tolto parecchie soddisfazioni tra nazionale e club. Se Ibra vince una Champions però  può ambire davero al Pallone d’Oro. Prendete Fabio Cannavaro: non avesse vinto la Coppa del Mondo, dubito avrebbe riceuto il Pallone”.

Van Basten dunque ha lasciato un grande ricordo nel Milan sopratutto perchè la sua carriera è stata legata ad alcuni storici trionfi del club, ma nulla vieta che anche Zlatan possa riuscire nell’intento di conquistarsi un posto in prima fila nel cuore di Galliani. Chi invece quel posto lo occupa nonostante la sua carriera sia ormai terminata da decenni è Gianni Rivera. Galliani infatti ricorda con affetto il giocatore proprio nel momento in cui questo ha ricevuto un premio alla carriera direttamente dalle mani del presidente dell’UEFA Platini:”Questo riconoscimento è un grande onore per la nostra società. Rivera – ricorda l’a.d. – è una bandiera del Milan, fa parte della nostra famioglia. Questo premio è stato assegnato solo a pochi, grandi calciatori del passato. E Rivera è senza dubbio uno di questi”. Galliani dunque oltre che godersi il fantastico presente del Milan ha colto l’occasione anche di elogiare alcuni campioni del passato.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti