Spagna-Italia 1-1, le parole di Prandelli

Secondo il commissario tecnico azzurro, il migliore in campo è stato Giaccherini.

di David Spagnoletto 11 giugno 2012 11:21

Cesare Prandelli è soddisfatto della prova dei suoi contro la Spagna. Al commissario tecnico è piaciuta la prestazione generale degli azzurri. Su tutti quella dell’esordiente Giaccherini:

“Il migliore in campo è stato Giaccherini. Ha fatto una grande partita, è andato in difficoltà solo nell’ultimo quarto d’ora, quando la Spagna ha messo un attaccante in più. Anche De Rossi ha giocato abbastanza bene, lo vorrei solo vedere più avanzato in alcune situazioni di gioco”.

L’ex allenatore della Fiorentina ha parlato del clamoroso errore di Mario Balotelli, che dopo aver rubato palla a Sergio Ramos, ha cincischiato davanti a Casillas, facendosi togliere la palla dal ritorno del difensore delle Furie Rosse:

“Probabilmente avendo due soluzioni a disposizione ha pensato troppo a cosa fare. La sostituzione non è affatto una punizione. Il cambio era programmato perché volevo qualcuno più pungente davanti alla porta e Antonio mi ha dato subito maggiore profondità. Mario deve pensare a come si è procurato l’occasione. Lui deve essere cattivo e generoso così”.

Prandelli ha anche parlato di una pecca della sua Nazionale:

“E’ vero, avrei voluto vedere la squadra reggere maggiormente, forse siamo arretrati troppo. Nel finale abbiamo concesso qualche occasione di troppo e alcune le abbiamo proprio regalate noi. Siamo rimasti sorpresi dal fatto che sono partiti senza attaccanti, ma con i ragazzi abbiamo deciso di rimanere con questo assetto e credo che alla fine la gara ci abbia dato ragione. Siamo stati bravi a pressare da subito, senza dare loro troppi spazi per ragionare. La strada è quella giusta, anche se c’è molto da lavorare. Ora penso solo a far riposare i ragazzi che hanno speso tantissimo”.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti