Serie A: la 35esima giornata è decisiva per il posto in Champions

Due scontri diretti per il terzo posto, quelli di Roma e Udine, mentre l'Inter attende in casa un Cesena condannato alla Serie B.

di Ernesto Vanacore 28 Aprile 2012 13:06

La corsa scudetto sembrerebbe ormai compromessa per il Milan di Massimiliano Allegri. La Juventus gode di ben tre punti di distacco sui rossoneri e le rispettive sfide con Novara (per i bianconeri) e Siena (per i rossoneri) non dovrebbero modificare la situazione in vetta.
Anche il calendario è decisamente favorevole alla Juventus, che non dovrà incontrare squadre blasonate, mentre il Milan dovrà giocare il Derby alla penultima di campionato.

La 35esima giornata si rende invece molto interessante per quanto riguarda la corsa al terzo posto che, lo ricordiamo, garantirebbe l’accesso ai preliminari della Uefa Champions League.

Attualmente l’ambita posizione è occupata dalla Lazio con ben 55 punti, seguita dal Napoli a 54, Inter e Udinese a 52 punti, Roma a 50.
Tra stasera e domani potrebbe delinearsi una classifica diversa, destinata ad essere decisiva da qui a fine campionato.

Alle 20:45 scenderanno in campo Roma e Napoli all’Olimpico, protagoniste del primo scontro diretto. I padroni di casa sono costretti ad affrontare un Napoli in netta ripresa (dopo le sconfitte con Lazio e Atalanta sono arrivate le belle vittorie di Lecce e Novara), falcidiati da diversi assenti. In primis i tre squalificati (Lamela, De Rossi e Osvaldo), per non parlare della sicura assenza di Stekelemburg (Curci al suo posto non si è comportato benissimo) per una lussazione alla spalla destra. Il tridente d’attacco sarà quindi composto dal rientrante Borini, affiancato da Totti e Bojan.
I partenopei affronteranno il match con un modulo più difensivo (un 3-5-1-1) con ben tre centrocampisti centrali e un trequartista, Marek Hamsik, che agirà alle spalle dell’unica punta Edinson Cavani. Importante è sicuramente l’assenza di Lavezzi, che sarà comunque in panchina, a seguito dell’infortunio alla coscia destra che lo ha tenuto fuori contro Novara e Lecce. In caso di vittoria gli azzurri si porterebbero in terza posizione a due punti sulla Lazio, che andrà di scena al Friuli di Udine.

Proprio nella serata di domani si affrontano le due principali contendenti al terzo posto. I bianconeri dovranno fare a meno di Floro Flores (squalificato) e Domizzi (infortunato) e dovranno sperare di non ripetere la pessima prestazione andata in scena contro l’Inter. Armero e Pazienza dovrebbero partire invece dalla panchina, a seguito di un affaticamento muscolare, mentre il capitano Antonio Di Natale sarà regolarmente in campo al fianco di Diego Fabbrini.

I biancocelesti non attraversano un momento migliore degli avversari e mantenere la terza posizione (si presume, vincendo) sarà un’impresa davvero ardua. In campo scenderanno tre centrocampisti centrali che agiranno alle spalle dell’inedita coppia d’attacco composta da Stefano Mauri e Tommaso Rocchi. Non di poco conto sono le assenze dei vari Hernanes, Klose, Lulic, Radu, Brocchi e Candreva (unico squalificato). A Udine scenderanno in campo due squadre letteralmente falcidiate dagli infortuni e dovranno dare il massimo per allungare sulla Roma o accorciare sul Napoli (in base al risultato del match di stasera).

Oltre alle due partite precedentemente elencate e strettamente connesse tra loro, domenica alle 15:00 scenderà in campo anche l’Inter, che ospiterà il Cesena al San Siro. La partita non è per nulla proibitiva per i nerazzurri che, se vogliono credere nel sogno Champions, dovranno dare continuità alla vittoria del Friuli. In vista dei verdetti finali, la 35esima giornata è molto più che un’indicazione.

Commenti