Roma: rissa tra compagni nel post-partita

Nel post-partita dello stadio Friuli, dopo la sconfitta per 2-0 contro l'Udinese, il litigio tra Osvaldo e Lamela è sfociato in rissa.

di Ernesto Vanacore 27 novembre 2011 17:56

Nervi a fior di pelle in casa Roma. Sicuramente la sconfitta di Udine è stata pesante e forse si poteva fare qualcosa in più. Luis Enrique deve aver sicuramente rimproverato la squadra al termine della gara, ma non avrebbe mai pensato che potesse scoppiare una lite tra i suoi stessi giocatori.

I protagonisti di questo triste aneddoto sono Pablo Daniel Osvaldo e il suo giovane compagno di reparto Erik Lamela. Secondo le indiscrezioni, l’italo-argentino, appena l’allenatore ha lasciato lo spogliatoio, avrebbe addossato le colpe della sconfitta al 19enne ex River Plate, colpevole di eccessivo egoismo. Quest’ultimo avrebbe risposto in malo modo, dicendo che solo l’allenatore può giudicare il suo operato in campo, non certo l’ultimo arrivato.
A questo punto si è passati alla violenza, con Osvaldo che ha colpito al volto Lamela, che è dovuto restare per molto tempo nello spogliatoio per riprendersi dal trauma subito.
La notizia è stata divulgata subito dopo dai compagni di squadra presenti all’episodio che hanno prontamente allontanato un “assatanato” Osvaldo, così come lo hanno definito.

I due oggi si sono ritrovati nell’allenamento mattutino a Trigoria e dovrebbero aver chiarito quanto accaduto venerdì. Franco Baldini, nel corso della conferenza tenuta a Roma Channel, ha già fatto sapere che Osvaldo verrà sanzionato su richiesta dell’allenatore.

Oltre 100 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti