Raiola è convinto: “Ibrahimovic rossonero a vita”

di Ivano Sorrentino 23 Gennaio 2012 18:15

Si parla molto del probabile arrivo al milan di un attaccante, ma la società rossonera sa bene che deve innanzitutto tenersi stretti quelli che ha, soprattutto Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese è infatti stato nuovamente decisivo nella vittoria contro il Novara ed ormai segna con una regolarità impressionante, mostrando anche dei colpi di genio come il tacco della terza rete contro i piemontesi. L’alto rendimento fa dunque interrogare i milanisti, e non solo, sul futuro calcistico del giocatore che, sebbene non più giovanissimo, farebbe gola a tantissime società sia italiane che straniere. Proprio per questo è intervenuto a chiarire la situazione il vulcanico agente del giocatore: il noto Mino Raiola.

Queste sono state le parole di Raiola: “Vuole finire la sua carriera, a livello di top club, nel Milan, poi non so, potrebbe andare in America – spiega – Il Milan sarà comunque la sua ultima esperienza europea ad alti livelli. Cina? Non ce lo vedo. Russia? Difficile”. Frasi dunque che faranno sicuramente trarre un sospiro di sollievo ai numerosi tifosi milanisti che temevano una cessione del giocatore. Nonostante le parole del suo procuratore però con ogni probabilità Ibrahimovic chiuderà la carriera del Milan come club europeo, ma si trasferirà in America o in Asia alla ricerca di contratti ancora più milionari.

Infine Raiola tiene anche a parlare di quelli che sono i rapporti dello svedese con gli altri giocatori rossoneri, proprio per voler allontanare le voci che dicevano di possibili antipatie soprattutto tra Ibrahimovic e Pato:  “Zlatan non ha problemi con nessuno, non ha niente contro Pato o contro altri, non vogliamo essere messi in mezzo a cose che non sono vere“. Tutto sembra andare per il meglio dunque, per la felicità dei tifosi del Milan, e chisà che Ibrahimovic non possa ancora di più convincersi a restare a lungo sulla sponda rossonera del Naviglio qualora dovesse arrivare un altro fuoriclasse come Tevez.

Commenti