Prandelli: “Milan-Juventus? Non è decisiva per lo scudetto”

di David Spagnoletto 23 Febbraio 2012 17:16

Mancano solo due giorni, ma il calcio italiano è già tutto proiettato sul big match fra Milan e Juventus, che si disputerà sabato sera a San Siro alle ore 20:45 senza Zlatan Ibrahimovic, a cui la Caf ha confermato i tre turni di squalifica. Anche il ct della Nazionale, Cesare Prandelli, ha espresso a EuroSport la sua opinione sulla partita, che per molti deciderà le sorti di questo campionato:

“Comunque vada, non sarà decisiva per l’assegnazione del titolo. E’ troppo presto per dire che sarà una partita determinante, queste sono due squadre che lotteranno fino alla fine, che hanno mostrato continuità e che hanno un’identità di campo ben definita. Sarà una partita molto equilibrata, in cui il Milan cercherà di abbassare il ritmo e tenere il possesso di palla, e in cui la Juve cercherà di accelerare. La transizione sarà la chiave di questo incontro. Lo scudetto? E’ al 50% tra queste due squadre, credo sia impossibile per le altre rientrare nella corsa”.

Prandelli si è detto entusiasta del modo di lavorare di Antonio Conte:

“E’ fantastico, ha trasmesso lo spirito giusto alla sua squadra, quello che aveva quando era capitano. E, cosa importantissima, è riuscito a coinvolgere tutti nel progetto”.

L’ex allenatore della Fiorentina ha detto la sua anche sul Milan:

“In molti affermano che i rossoneri dipendano dalle individualità, ma io non sono d’accordo, e l’ultima partita fantastica in Champions League è lì ad indicare che non si tratta di una squadra solamente ricca di ottimi giocatori, ma anche forte di una perfetta organizzazione”.

Commenti