Muntari durissimo attacco a Branca: “È falso e si crede un Dio”

Il centrocampista ghanese del Milan ha duramente attaccato il dirigente dell'Inter, accusandolo di essere un falso e sentirsi un Dio.

di David Spagnoletto 19 Aprile 2012 16:28

È durissimo l’attacco di Sulley Muntari al suo ed dirigente Marco Branca. Il giocatore del Milan non ha usato mezzi termini riguardo il direttore tecnico dell’Inter:

“Branca, quando entrava nello spogliatoio, voleva che mi inchinassi quasi che fosse il mio Dio. Amico, a me lo stipendio lo paga Moratti, come a te… Siamo tutti e due suoi dipendenti… La verità è che nessuno dei giocatori lo sopporta, io l’ho inquadrato subito. Io però sono più forte di lui. Io sono un uomo, io sono pulito”.

Il giocatore ghanese è un fiume in piena e riferendosi sempre a Branca ha detto:

“Lui invece è falso. Sa perché ha fatto mandare via Oriali? Perché Oriali era una persona perbene. Lui ha capito che se Oriali fosse rimasto avrebbe fatto il bene della società”.

Secondo il calciatore africano di diverso spessore umano e professionale sono i due maggiori dirigenti del Milan:

Galliani e Braida… Impossibile trovare persone come loro. Le persone vere si vedono subito, anche dai dettagli. Branca non mi è piaciuto dalla prima volta che l’ho incontrato, di loro invece ho capito al volo che era gente per bene. Con loro rido e scherzo, sono me stesso”.

Commenti