Muamba si racconta: “Dio mi è stato vicino…”

Il centrocampista racconta le ore prima della gara con il Tottenham e le ore successive al suo risveglio.

di Ivano Sorrentino 22 Aprile 2012 14:15

Tutto bene quel che finisce bene. Sicuramente è questa la frase a cui molti hanno pensato dopo il recupero di Patrice Muamba dall’attacco cardiaco che l’ha colpito durante la gara di Fa Cup tra il suo Bolton ed il Tottenham. Il giocatore infatti si accasciò a terra privo di sensi e solo grazie ad il pronto intervento dei sanitari si è evitata la morte del giocatore.

L’episodio è stato subito collegato a quello di Piermario Morosini, e molti sono stati i paragoni sopratutto riguardo alla qualità dei soccorsi prestati a Muamba e quelli prestati a Morosini. Molti interrogativi dunque sono ancora aperti anche se Muamba è ormai a tutti gli effetti sano, anche se non dimenticherà mai quel giorno.

Il giocatore infatti ricorda le ultime ore prima della gara contro il Tottenham, e sopratutto le tante preghiere che il giocatore ha recitato prima di scendere in campo: “Ora sto bene, quello che è successo è un miracolo in quanto non ho riportato nessun danno. Sono convinto che è stato tutto merito di Dio, a lui mi sono rivolto prima di scendere in campo e lui ha vegliato su di me. Questo episodio non può fare altro che aumentare ancora di più la mia fede.”

Commenti