Milan, il sogno di Berlusconi non è più Cristiano Ronaldo

Il portoghese vale circa 100 milioni di euro, decisamente troppi per la squadra rossonera. Ecco perché il presidente punta a un obiettivo molto meno costoso. Ma non sarà facile raggiungerlo.

di Gianni Monaco 30 marzo 2012 13:44

Cristiano Ronaldo al Milan? Utopia. Questo lo sa anche Silvio Berlusconi, che più volte ha elogiato il portoghese, dicendo che sarebbe un suo sogno averlo in squadra. L’attaccante, preso dal Real Madrid tre stagioni fa per circa 100 milioni di euro, ha una valutazione di mercato pressochè identica alla cifra versata nelle casse del Manchester United. Visto il numero di palloni d’oro che hanno indossato la maglia rossonera, non si può escludere del tutto che ciò avvenga anche col portoghese. Ma, realisticamente, dovranno passare almeno 2-3 stagioni. Da Rivaldo a Ronaldo, da Ronaldinho a Beckham, molti campioni sono giunti al Milan a fine carriera.

Per l’immediato, stando a quanto riferisce la redazione sportiva di Mediaset, il vero obiettivo del “neo” presidente Berlusconi sarebbe quello di riprendersi un’altra stella del Real Madrid: Ricardo Kakà. Il brasiliano fu ceduto nel 2009 per 67 miliardi di euro, anche se il prezzo del suo cartellino è ormai dimezzato.

L’ex fantasista del San Paolo, dopo due stagioni molto difficili, è finalmente tornato ai suoi livelli, come dimostrano anche il gol e l’assist contro l’Apoel Nicosia. Kakà, fra l’altro, ha escluso in maniera categorica che lascerà gli iberici a fine campionato. Insomma, sarà meglio che Berlusconi pensi a qualche obiettivo più raggiungibile.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti