Milan, Ibrahimovic si sbilancia su Van Persie e Thiago Silva

di Gianni Monaco 18 Febbraio 2012 14:06

Da quando è in Italia, è probabilmente la sua migliore stagione. Zlatan Ibrahimovic ha già toccato quota 22 gol: 15 in campionato, 5 in Champions League, 1 in Supercoppa Italiana, 1 in Coppa Italia. Cifre da capogiro, non lontanissime da quelle che fanno segnare i vari Lionel Messi e Cristiano Ronaldo, giustamente considerati gli attaccanti più forti del pianeta. Ma il contributo di Ibra al Milan non è decisivo solo in termini di reti. Prendete la gara di mercoledì con l’Arsenal. Lo svedese si è procurato un rigore e lo ha realizzato. Ma prima aveva anche servito due deliziosi assist per Robinho.

Intervistato da Goal.com, il centravanti rossonero ha parlato anche della sfida con gli inglesi, replicando a chi sostiene che battere questo Arsenal non è affatto un’impresa:

“Se andate a rivedere la partita vi acorgete che non è stato semplice, nonostante il risultato sia stato 4-0. Certo, è stato un punteggio inaspettato – ha detto Zlatan – ma noi siamo scesi in campo molto preparati sotto il profilo mentale. Di solito accade che sull’1-0 o il 2-0 ti rilassi e provi a gestire il risultato, mentre noi abbiamo continuato a spingere. Abbiamo tenuto al massimo il motore per tutta la partita. Sono al Milan da un anno e mezzo ormai, e questa è stata probabilmente la miglior prova come collettivo”.

A Robert Van Persie, uno dei pochi dell’Arsenal visto in Champions a salvarsi, Ibrahimovic consiglia di cambiare squadra, anche se non perde modo di bacchettarlo:

“Se nel tuo club non vinci nulla per un paio d’anni dentro di te scatta qualcosa, senti di voler vincere. Se non dovessi sentire quest’istinto, non ti vorrei mai nella mia squadra”.

Insomma, Ibrahimovic vuole Van Persie, oppure no? Difficile stabilirlo. Ciò che è certo è la grande stima che il centravanti svedese prova verso Thiago Silva. Il complimento fatto al brasiliano è davvero di quelli super.

“Ho giocato con molti difensori del calibro di Thuram, Cannavaro, Pique, Puyol. Giocatori fantastici, ma Thiago Silva è come tutti loro messi assieme. Ha tutto ciò che uno del suoruolo deve avere per diventare leader della squadra. Si sta prendendo tante responsabilità e sta diventando sempre più forte. Eppure non sento parlare molto di lui, non capisco perché”.

A dire il vero, di Thiago Silva si parla eccome. Il brasiliano piace al Barcellona, disposto a spendere anche 30 milioni di euro per lui. Ma Galliani lo ha detto più di una volta: Silva ha un contratto fino al 2016 e resterà.

Commenti