Mancini vs Balotelli: “Se ha sfondato la porta, deve pagarla”

L'attaccante del City infuriato dopo l'espulsione ricevuta a Liverpool. Ma per l'allenatore la decisione presa dall'arbitro è stata troppo severa. Balotelli stava vivendo un periodo molto favorevole.

di Gianni Monaco 28 novembre 2011 15:01

Nervi tesi in casa Manchester City dopo la trasferta di Liverpool. Al centro dell’attenzione c’è Mario Balotelli. L’attaccante della nazionale italiana, entrato nella ripresa, si è fatto espellere dopo appena 18 minuti dal suo ingresso in campo al posto di Nasri. Balotelli ha ricevuto un’ingenua doppia ammonizione. Nonostante l’inferiorità numerica, il Manchester City è riuscito a portare a casa un prezioso pareggio, mantenendo intatto il vantaggio di 5 punti sullo United in Premier League.

L’ex interista, dopo il rosso ricevuto a Liverpool, avrebbe preso a calci, rompendola, una porta dello spogliatoio. La notizia, a dire il vero, non è certa. E il tecnico Roberto Mancini ha commentato: “Se l’ha rotta realmente, è giusto che la ripaghi”.

Sull’espulsione di ieri: “Mi ero arrabbiato con lui per il primo giallo, non per il secondo – ha detto l’allenatore del City. – Mario non lo meritava, ma lui deve fare attenzione perché sa che in campo viene provocato. Skrtel ha reagito come un bambino e non penso sia giusto. L’arbitro non voleva mostrargli il secondo cartellino giallo, ma – ha commentato Mancini – l’ha fatto solo per le proteste dei giocatori avversari”.

Oltre 100 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti