Malaga, dalla Champions al baratro: gli sceicchi svendono tutto

Lo sceicco Abdullah bin Nasser Al Thani molla il club e per il Malaga la situazione è davvero molto difficile.

di Ivano Sorrentino 7 Agosto 2012 14:18

L’avvento degli sceicchi nel mondo del calcio ha portato radicali cambiamenti in quanto ha permesso ad alcune squadre, che prima non avevano u potenziale economico importante, di diventare dei veri e propri top club. I casi più importanti sono senza ombra di dubbio quello del Manchester City, divenuto l’anno scorso campione d’Inghilterra, e del PSG vero e proprio re del calciomercato.

Anche in Spagna però c’è un club che con alla presidenza lo sceicco Abdullah bin Nasser Al Thani aveva ottenuto enormi soddisfazioni: il Malaga. Gli spagnoli infatti hanno centrato un incredibile quarto posto nella Liga che gli ha permesso di partecipare agli spareggi per accedere alla fase finale della Champions League. Insomma, un risultato sicuramente storico ma che rischia di non essere mai ricordato. Lo sceicco Al Thani infatti ha deciso di lasciare il club e di venderlo ad un prezzo stracciato. L’obiettivo iniziale era quello di competere addirittura per il campionato spagnolo insidiando addirittura delle super squadre come Barcellona e Real Madrid ma sembra che lo sceicco si sia reso conto che per arrivare sul tetto di Spagna servono investimenti maggiori a quelli che inizialmente aveva pianificato.

Al Thani infatti in questi anni aveva acquistato giocatori di grande qualità, tra cui l’italiano Maresca, che attualmente potrebbero subito cercare una nuova sistemazione. Tra i migliori giocatori della squadra inoltre ci sono anche Toulalan e Cazorla che, avendo capito la situazione, sono già in procinto di passare ad una nuova squadra, mentre ha già fatto le valigie il direttore sportivo Fernando Hierro. Insomma un vero e proprio smantellamento che sicuramente  farà disperare i tifosi del Malaga, i sostenitori del club infatti sono passati dal sogno di partecipare alla Champions e competere per le prime posizioni della Liga all’incubo di scomparire.

Si cercano acquirenti, ma l’ipotesi del fallimento non è certo improbabile.

Commenti