Lo United è qualificato, il Barca no.

I Red Devils compiono il loro dovere a Braga, gli spagnoli si fanno sorprendere in Scozia. La Juve dilaga ma resta terza dietro Chelsea e Shakhtar.

di Antonio Pio Cristino 8 novembre 2012 10:37

Nella seconda serata della quarta giornata dei gironi Champions, si aspettava il trionfo targato qualificazione anticipata agli ottavi di Barcellona e Manchester United; uno scenario verificatosi solo a metà. Il Manchester infatti conferma il suo ottimo momento conquistando la settima vittoria consecutiva tra Champions e Premier League (unico KO maturato nel frattempo negli ottavi di League Cup contro il Chelsea), in casa del Braga, staccando così in anticipo il biglietto per la prossima fase ad eliminazione diretta. Va invece male il primo tentativo di promozione del Barcellona, battuto a sorpresa 2-1 in casa del Celtic.

LA JUVE DILAGA – La Juventus non fallisce l’appuntamento con il riscatto nel girone E della Champions League, provando a cancellare le sofferenze europee e l’ultima sconfitta in campionato subita dall’Inter, con una delle migliore prove stagionali. I bianconeri, in campo quasi con la stessa formazione battuta dai nerazzurri allo Stadium, si sbarazzano con facilità del piccolo Nordsjaelland chiudendo il conto già nel primo tempo (Marchisio, Vidal, Giovinco quindi il definitivo 4-0 di Quagliarella nella ripresa). Purtroppo per gli italiani, lo Shakhtar non riesce a confermare l’impresa già compiuta in Ucraina contro i campioni d’Europa in carica del Chelsea, perdendo a ‘Stamford Bridge’ nonostante un super Willian in grado di rimontare due volte i vantaggi dei Blues realizzati da Torres e Oscar. Il goal a recupero ormai scaduto del giovane nigeriano Moises ingarbuglia la situazione di classifica nel girone che, probabilmente, si dipanerà solo all’ultimo atto previsto il prossimo 5 dicembre.

BAYERN E VALENCIA IN TESTA – Nel girone F, il Bayern si allena contro l’ormai demotivato Lille, rifilandogli un netto 6-1 (tripletta di Pizarro, Schweinsteiger, Robben e Kroos) e balzando in vetta alla classifica insieme al Valencia. Gli spagnoli rischiano di subire una clamorosa rimonta al ‘Mestalla’ dopo essere andati in vantaggio 3-0 (Jonas, Soldado su rigore e Feghouli). Il BATE risale infatti fino al 3-2 (Bressan e Mozolevski), approfittando di una difesa ‘blanca’ non ineccepibile, ma la favola si spezza definitivamente con la doppietta di Feghouli. Il nuovo fenomeno del calcio algerino, già entrato nell’orbita del Paris Saint Germain, realizza così i primi due goal nella massima competizione europea per club.

MANCHESTER RIDE, BARCA NO – Con un colpo di reni nel finale segnato dai tre goals di Van Persie, Rooney dal dischetto, ed Hernandez in appena dodici minuti, lo United rimonta il Braga (in vantaggio con Alan dagli undici metri dal 49′), sbanca il ‘Municipal’ iberico e conquista la prima posizione matematica nel girone H con il conseguente passaggio agli ottavi di finale di Champions League. I ‘Red Devils’ compiono l’opera anche grazie alla concomitante vittoria del Galatasaray in casa del Cluj. I turchi trascinati da Burak Yilmaz (tripletta nel 3-1 finale), rilanciano le loro velleità promozione in una lotta per il secondo posto del gruppo che si preannuncia entusiasmante.

Nel girone G invece, il Barcellona è sorpreso dalla veemenza del Celtic che grazie ad una insperata vittoria per 2-1 al ‘Park’, si candida a probabile accompagnatrice dei rossoblu nella successiva fase ad eliminazione diretta dell’edizione 2012/13 della Champions League. La sconfitta fa sicuramente male all’attuale capolista della Liga spagnola, tuttavia solo una tragedia sportiva potrebbe impedire a Messi e soci di fallire l’appuntamento con il successo nel gruppo. Dietro la coppia di testa infatti, lo Spartak Mosca perde gara e terreno nei confronti del Benfica che le passa in vantaggio nella corsa al terzo posto del raggruppamento.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti