Le pagelle della Juve fino al blocco della Serie A: migliori e peggiori

Chi ha soddisfatto le aspettative e chi le ha deluse fino a questo momento

di Maria Barison 3 Aprile 2020 17:29
Spread the love

Ci vorrà almeno un mese prima che abbia nuovamente inizio la Serie A a causa dell’emergenza Coronavirus, sempre che la situazione sanitaria non induca la Lega e la FIGC ad annullare l’intera stagione. In attesa che si capisca qualcosa in più sotto questo punto di vista, in base al numero di contagiati che avremo nelle prossime settimane, proviamo a fare un bilancio sul rendimento avuto da alcune squadre protagoniste del campionato. Vedere per credere il caso della Juventus.

Migliori e peggiori della Juventus finora

I campioni d’Italia, seppur con gap minimo, sono attualmente in testa al campionato. Il periodo di appannamento superato con il successo sull’Inter prima dello stop ha un nome ben preciso. Stiamo parlando di Dybala, anche se l’argentino è stato aiutato da alcuni elementi ormai indispensabili per Sarri.

Dybala 7,5: l’attaccante argentino ha vissuto una stagione a fasi alterne, ma nei momenti più importanti della stagione ha sempre risposto “presente”. Vedere per credere i gol realizzati contro le milanesi, ma più in generale prestazioni quasi sempre degne della sua fama e del suo talento. Giocatore al quale sarà davvero difficile riunciare.

Cristiano Ronaldo 7,5: il suo merito più importante è aver tolto le castagne dal fuoco alla Juventus in alcune partite in cui i bianconeri sono apparsi decisamente appannati. Rispetto all’anno scorso, al di là dei normali ragionamenti che si possono fare sui numeri, ha avuto il merito di diventare un vero e proprio leader di questa squadra, trascinando anche compagni che si trovano a Torino da più tempo. Esattamente quello che gli si chiede.

Pjanic 5,5: non pessima la sua stagione fino a questo momento, giusto evidenziarlo, ma con Sarri ci si aspettava potesse diventare un elemento insostituibile. Ha alternato troppe prestazioni buone ad altre meno convincenti. Diciamo che, ad oggi, non rientri tra i giocatori incedibili per questa squadra.

De Ligt 7: inizio molto complicato, caratterizzato da diversi errori, ma la crescita è stata evidente. Ha dovuto bruciare le tappe per l’infortunio di Chiellini e l’ha sostituito egregiamente;

Danilo 5: limitato anche da alcuni problemi fisici che non gli hanno consentito di esprimere il 100% del proprio potenziale, ma al di là di tutto deve dare di più e mostrare più personalità. Soprattutto nella fase offensiva.

Tags: juve
Commenti