Antonio Conte: “Non siamo i favoriti per lo scudetto”

di Ernesto Vanacore 4 Febbraio 2012 13:43

Antonio Conte si ritrova primo in campionato con una gara ancora da disputare quando la Serie A ha appena superato il giro di boa. La sua Juventus è ancora imbattuta e il mister ci tiene a mantenere questo record. Durante l’intervista alla vigilia della gara con Siena ha però dichiarato che non si sente affatto il favorito per la vittoria finale.

Riguardo i rinvii a causa del maltempo:
“Sappiamo benissimo che viviamo in Europa, dove è normale l’arrivo del freddo. Quello che manca sono le strutture adeguate. Avremo il problema di dover fare tre partite in sei giorni, a causa dei rinvii delle partite. Mi dispiace che la Lega, che è al corrente delle condizioni degli stadi e dei campi, non abbia modificato il calendario in modo adeguato”.

Turn over in vista del Siena?
“Abbiamo cinque partite nel giro di due settimana, non posso vivere alla giornata. Ho la necessità di pianificare le formazioni in base allo stato di forma dei giocatori e in base alle gare successive. Il Siena è una bella squadra ma dobbiamo tener conto anche dei prossimi impegni. Ho passato un bellissimo periodo lì, portandola in Serie A, spero che i tifosi mi vogliano ancora bene.”

Come si prepara una partita con questa temperatura?
“Bisogna essere nelle migliori condizioni. Nessuna disattenzione soprattutto nel riscaldamento. Il freddo è il peggiori nemico per i muscoli di un calciatore. Per fortuna abbiamo il nostro stadio, che ha un terreno riscaldato. Possiamo garantire uno spettacolo nonostante le condizioni climatiche. Mi rendo conto che non è possibile per tutti avere a disposizione certe strutture, ma noi cerchiamo di usarle al meglio.”

Come si gestisce un’abbondanza simile nel reparto offensivo?
“Fortunatamente stanno tutti bene, io sono felice perchè posso fare delle scelte. Ci sarà spazio per tutti, abbiamo bisogno di tutti quanti. Nessuno si deve sorprendere se dopo una doppietta finisce in panchina, devo fare delle attente valutazioni. I miei ragazzi sono professionisti e capiranno ogni mia decisione”.

Sul transfert di Caceres
“Dovrebbe arrivare in tempo, perciò Martin sarà a disposizione. L’ho voluto fortemente e sono sicuro che ci darà qualche garanzia in più”.

Chi vince lo scudetto?
“Devo ringraziare i media, che stanno iniziando a vedere la Juventus come favorita per lo scudetto. Abbiamo fatto un lavoro straordinario, le cose si stanno evolvendo in maniera fantastica. Nel giro di pochi mesi sono cambiate le gerarchie. Comunque continuo a considerare il Milan nettamente favorito per lo scudetto. Noi siamo al primo anno di un progetto che dovrebbe portarci ai livelli di un tempo nel giro di quattro o cinque stagioni. Perciò se non vinciamo il campionato sarà stato per merito del Milan o di chi lo vincerà, sicuramente non per demerito nostro.”

Commenti