La Juve vola

La capolista ha violato il Dall'Ara di Bologna, e si è portata momentaneamente a più dodici sul Napoli. Nell'altro anticipo il Catania ha trionfato.

di Antonio Pio Cristino 17 marzo 2013 9:20

La Juventus ha aspettato più di un tempo prima di fulminare il Bologna con un uno due letale. Al Dall’Ara, i bianconeri, nonostante le buone occasioni avute nel corso della prima frazione (Giovinco al 18′, Vucinic al 36′ e Vidal al 48′), e a inizio ripresa ancora con Giovinco e con Vucinic, non erano riusciti ad avere ragione della resistenza dei rossoblu per oltre sessanta minuti. Il Bologna anzi aveva confermato di attraversare un ottimo momento di forma, sfiorando il goal ad inizio gara con Alberto Gilardino, e segnando anche, ma in fuorigioco, sempre con l’ex attaccante del Parma. Al 61′ del match tuttavia i bolognesi non hanno potuto nulla sull’azione personale di Vucinic, che dopo essersi liberato della marcatura di un difensore, ha battuto Curci in uscita. Al 73′, è stato ancora il capitano della nazionale montenegrina ad ispirare il raddoppio juventino, triangolando con Marchisio e servendogli infine la palla dello 0-2.

Grazie a questa vittoria, la Juventus ha aumentato il suo vantaggio sulla seconda in classifica del campionato di serie A, il Napoli, a dodici punti.

IL TABELLINO

BOLOGNA – JUVENTUS: 0-2

Bologna (4-2-3-1): Curci; Garics (24′ st Christodoulopoulos), Antonsson, Cherubin, Morleo; Perez, Taider; Kone (13′ st Naldo), Diamanti, Gabbiadini; Gilardino (29′ st Moscardelli). A disp.: Agliardi, Lombardi, Motta, Abero, Carvalho, Krhin, Pazienza, Guarente, Pasquato. All.: Pioli

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Padoin, Vidal (45′ st Quagliarella), Pirlo, Marchisio, Peluso; Vucinic (38′ st Matri), Giovinco (31′ st Pogba). A disp.: Storari, Rubinho, De Ceglie, Marrone, Asamoah, Isla, Lichtsteiner, Giaccherini, Anelka. All.: Conte

Arbitro: Bergonzi

Marcatori: 16′ st Vucinic, 28′ st Marchisio (J)

Ammoniti: Peluso, Padoin, Vidal (J); Antonsson, Perez, Diamanti (B)

Nell’altro anticipo valido per la ventinovesima giornata del massimo campionato italiano, il Catania si è rialzato dopo le due sconfitte consecutive maturate contro Inter e Juventus. Gli etnei hanno infatti sconfitto sonoramente l’Udinese. Al Cibali, Legrottaglie e soci hanno avuto facilmente ragione dei friulani, nonostante l’handicap di aver disputato gli ultimi trentotto minuti del match in inferiorità numerica per l’espulsione di Potenza. La doppietta del Papu Gòmez e il magistrale calcio di punizione di Lodi hanno mandato a tappeto l’Udinese, rendendo vano il goal della bandiera di Muriel.

IL TABELLINO

CATANIA – UDINESE: 3-1

Catania (4-2-3-1): Andujar; Alvarez, Legrottaglie, Bellusci, Marchese; Lodi, Almiron (33’st Biagianti); Izco, Castro (47’st Keko), Barrientos; Gomez (46’st Doukara)A disp.: Frison, Terracciano, Rolin, Potenza, Keko, Ricchiuti, Salifu, Cani, Bergessio, Petkovic. All.: Maran

Udinese (3-5-1-1): Brkic; Benatia (42’st Zielinski), Danilo, Angella; Faraoni (15’st Campos Toro), Badu, Allan, Merkel (33’st Ranegie), G. Silva; Pereyra; Muriel. A disp.: Padelli, Pawlowski, Berra, Rodriguez, Marsura. All.: Guidolin
Arbitro: De Marco

Marcatori: 4’st e 21’st Gomez (C), 26’st, Lodi (C) 35’st Muriel (U)

Ammoniti: Bellusci, Alvarez (C), Benatia (U)

Espulsi: Potenza (C)

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti