Juve, una squadra italiana potrebbe soffiarti Verratti

Il presidente del Pescara chiarisce gli intrighi di mercato che riguardano il gioiellino abruzzese.

di Alessandro Mannocchi 22 giugno 2012 15:31

Marco Verratti è in assoluto uno dei maggiori talenti del calcio italiano. A chiarire la situazione del regista abruzzese, ci ha pensato il presidente del Pescara Daniele Sebastiani, che ha parlato a Radio Crc.

“Napoli e Juventus non hanno mai fatto mistero di averci chiesto Verratti – ha dichiarato Sebastiani – la Juventus l’aveva fatto un po’ prima per cui aveva qualche vantaggio in termini di tempo ma è solo con queste due squadre che abbiamo discusso“. Sebastiani parla anche del suo rapporto con Aurelio De Laurentiis presidente del Napoli. “De Laurentiis con me è stato sempre molto diretto e questo suo modo di fare mi piace, apprezzo il patron del Napoli. Credo di aver aperto un buon rapporto con lui e spero di continuare a mantenerlo cercando di creare una collaborazione intensa visto che rappresentiamo due squadre del Sud”.

Il presidente del Pescara apre chiaramente al Napoli. “Con il Napoli c’è un contatto di collaborazione. Per ciò che concerne le contropartite, dal momento in cui vengono meno quelle della Juventus, non abbiamo più alcun motivo per vendere Verratti alla società bianconera”. Sebastiani poi chiarisce un particolare legato alla fede calcistica di Verratti. “Tengo però a dire che non è vero che Verratti vuole la Juventus. Il fatto che da bambino, Marco tifava Juventus, non può aiutare la società a concludere una trattativa. Il destino di un calciatore è quello di giocare nelle grandi squadre ed il Napoli lo è”.

Sebastiani illustra la situazione economica del Pescara. “La società non ha problematiche finanziarie per cui non dovrà vendere per forza Verratti. Se Marco verrà ceduto, avverrà solo in cambio di contropartite tecniche”. A proposito di contropartite, il Napoli ne avrebbe diverse da offire. Sebastiani fa capire che si incontrerà proprio con De Laurentiis. “Tra lunedì e martedì potremmo incontrarci, non lo escludo. Bariti, Santana, Troisi e Bouy farebbero al nostro caso, tutti e quattro sarebbero calciatori graditi”.


11 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti