Incredibile tonfo del Paris Saint Germain

I parigini hanno ceduto al Rennes nonostante il vantaggio numerico di due uomini. Lione, Marsiglia o Bordeaux potrebbero approfittarne.

di Antonio Pio Cristino 18 Novembre 2012 10:45

Ad un certo punto del match valevole per la tredicescima giornata di Ligue 1 tra Paris Saint Germain e Stade Rennes, il risultato sembrava potersi evolvere nella maniera più pronosticabile alla vigilia. La corazzata rossoblu infatti, nonostante lo svantaggio di una rete maturato al 34′ per un goal del rossonero Ferèt, conquistava la doppia superiorità numerica al 52′, poichè il portiere degli ospiti Costil fin dal 26′, e Makoun appunto ad inizio ripresa terminavano anzitempo la loro gara per la massima sanzione disciplinare. La squadra di Ancelotti però senza Ibrahimovic, alla seconda giornata consecutiva di squalifica, è parsa un cannone spuntato incapace di segnare. L’1-2 finale (di Nene il goal dei padroni del ‘Parco dei Principi, dopo l’iniziale vantaggio di Alessandrini) a favore del Rennes ha dunque del clamoroso, e mina la tenuta di Ancelotti sulla panchina della formazione degli sceicchi. In caso di vittoria di Marsiglia, Lione o Bordeaux nei posticipi di domenica pomeriggio, il Paris SG infatti potrebbe scendere al terzo posto della graduatoria nonostante abbia una partita in più rispetto ai marsigliesi e alla formazione di Remi Garde.

A PICCOLI PASSI – E’ stata una giornata ricca di pareggi in Ligue 1 soprattutto per ciò che concerneva la parte alta della graduatoria. Le sorprese Saint Etienne e Valenciennes hanno pareggiato rispettivamente contro Evian, in trasferta, e Montpellier, in casa. Al ‘Parc de Sport’ di Annecy, i biancoverdi pregustavano una nuova impresa grazie all’immediata doppietta di Max Gradel, ma dalle stelle sono precipitati alle stalle quando all’80’ l’esperto difensore centrale Aldo Angoula siglava il goal del definitivo pareggio dei padroni di casa (Rabiu aveva accorciato le distanze ad inizio ripresa). Contro i campioni di Francia in carica invece il Valenciennes ha rimontato con Pujol (quarto centro in campionato), l’iniziale svantaggio a firma di Charbonnier.

Saint Etienne e Valenciennes mantengono comunque il momentaneo terzo posto in Ligue 1 insieme al Lione e, da ieri sera, allo Stade Rennes, in attesa di sapere cosa accadrà nel big match di giornata tra Bordeaux e Marsiglia. Il rallentamento collettivo nei quartieri alti della graduatoria ha favorito anche il Lilla che, nonostante la sconfitta nell’anticipo del venerdì in casa del Lorient (2-0 i Bourillon e Crognet), rimane agganciata al treno Champions League.

DIETRO E’ LOTTA – L’ultimo turno del campionato francese presentava alla vigilia almeno tre incontri fondamentali per la lotta salvezza. La penultima e l’ultima della classe, il Troyes e il Nancy, hanno ottenuto un 3-3 bello a vedersi ma poco fruttifero in termini di rendimento. La doppietta di Benjamin Nivet nel finale di gara ha recuperato il doppio vantaggio del Nancy maturato a fine primo tempo (Puygrenier, Mollo e Andre Luiz, dopo la realizzazione iniziale dei padroni di casa con Ngoy).

In Corsica invece il Sochaux ha espugnato Ajaccio con un’autorete di Bouhours al 10′ agganciando proprio i rivali di giornata a quota quattordici punti, mentre l’altra squadra dell’isola francese, il Bastia, ha subito un duro 3-0 al ‘Francis Le-Ble’ di Brest. Il posticipo tra Nizza e Tolosa interesserà da vicino la lotta per non retrocedere.

Commenti