Il nuovo contratto di Messi: che numeri!

Messi va in goal anche nel conto in banca. Per lui un rinnovo da 30€ a minuto.

di Antonio Pio Cristino 22 dicembre 2012 18:30

Il 2012 spettacolare di Lionel Messi potrebbe essere coronato dalla possibilità di rimpinguare ulteriormente il record di reti in un anno solare (sabato sera andrà in scena l’ultima sfida dell’anno dei ‘Blaugrana’ sul campo del Real Valladolid), e dalla conquista del suo quarto Pallone d’Oro consecutivo.

Nel frattempo anche il conto in banca della ‘Pulce’ del calcio mondiale potrebbe andare in goal. Il Barcellona infatti è ad un passo dalla tanto attesa firma del fuoriclasse argentino sul contratto di rinnovo che lo legherà al sodalizio fino al 2018. Per ottenere ciò, le cifre messe sul tavolo dalla dirigenza Rosell per convincere Lionel a sposarsi a vita con la ‘Señora’ rossoblu sono a dir poco da capogiro.

L’anello di diamanti sottoforma di ingaggio e premi promesso a Messi dissuaderebbe infatti anche il pù infedele degli amanti da qualsiasi ipotesi di adulterio, considerando i tempi grami che sta vivendo l’economia del calcio non foraggiata da sceicchi o oligarchi.

Nei prossimi cinque anni, l’attaccante argentino incasserebbe circa sedici milioni di Euro a stagione pari trenta euro a minuto. Un esborso non indifferente anche per le casse di un colosso come il Barcellona, comunque protagonista di una realtà, la Spagna e la Catalogna in particolare, nei vortici di una spirale economica negativa dalle soluzioni ancora lontane.

La cifra che il campione argentino si appresterebbe a guadagnare non mancherà di suscitare polemiche. E’ noto infatti come nonostante i grandi fatturati economici registrati annualmente, sia il Barcellona, sia il Real Madrid possano procedere alle loro spese milionarie grazie alle linee di credito concesse loro dalle banche spagnole. Gli stessi istituti di credito però sono stati salvati, e forse si apprestano ad esserlo nuovamente, da aiuti extra-nazionali decisi a livello europeo a prezzo di riforme che colpiscono l’intera comunità iberica.

Nell’ipotesi di firma, il nuovo contratto di Messi scadrebbe quando la ‘Pulce’ avrà compiuto trentuno anni. Nel caso lo scenario prospettato dalla dirigenza catalana si verificasse fino in fondo, Messi raggiungerebbe quota diciotto anni di permanenza con il sodalizio rossoblu.

6 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti