Granada-Real, giocatore lancia una bottiglia in faccia all’arbitro

Incredibile episodio di violenza avvenuto alla fine del confronto tra Granada e Real Madrid vinto per 1-2 dagli uomini di Mourinho.

di Ivano Sorrentino 6 Maggio 2012 0:46

Gli episodi di violenza non succedono solamente nel nostro calcio. Questa sera infatti andava in scena la partita valevole per la Liga spagnola tra Granada e il Real già campione di Spagna. Nella prima frazione di gioco i padroni di casa, imbrigliati nella lotta salvezza, erano riusciti a passare in vantaggio, andando così al riposo sul risultato di 1-0.

Nella ripresa però il Real ha cominciato a spingere con più veemenza e all’80’esimo l’arbitro ha concesso un discutibile rigore agli ospiti, penalty trasformato da Ronaldo per l’1-1. La partita sembra avviarsi al pareggio ma alla fine il Granada infila la propria porta con uno sfortunato autogol dando quindi la vittoria agli ospiti. Al fischio finale però, a causa della sconfitta, si scatena una vera e propria rissa in quanto i giocatori e i dirigenti del Granada aggrediscono l’arbitro per il rigore concesso precedentemente.

Nel parapiglia si vede distintamente un giocatore del Granada lanciare addirittura una bottiglia verso il direttore di gara. Un episodio che sicuramente non fa bene al calcio e che verrà sicuramente punito nei prossimi giorni con sicure sanzioni.

Commenti