Il dominio del Barcellona

La capolista ha dilagato contro l'Atletico Madrid. Deludente pareggio casalingo per il Real Madrid. Levante e Malaga OK, aspettando il Betis Siviglia.

di Antonio Pio Cristino 17 dicembre 2012 9:56

La Liga è virtualmente chiusa. L’ultima opportunità di rimettere in gioco un titolo ormai avviato lungo la strada della Catalogna da parte della capitale Madrid, pare infatti essere naufragato miseramente. L’Atletico Madrid, seconda forza del torneo, ha provato ad opporsi al dominio del Barcellona resistendo fino alla quindicesima giornata, ma lo scontro diretto del sedicesimo turno sembra aver messo la parola fine alla contesa.

MESSI FA LA VOCE GROSSA – Le chiacchiere (e le invidie) sorte intorno al suo record di reti segnate in un anno solare sembrano non aver nuociuto più di tanto a Lionel Messi, che ha messo il suo sigillo sulla sfida del Camp Nou tra Barcellona e Atletico Madrid. La doppietta finale della ‘Pulce’ argentina ha trasformato il 2-1 dei Blaugrana (Adriano e Busquets, dopo l’iniziale vantaggio degli ospiti con Falcao), in un’apoteosi.

Il sedicesimo turno perfetto della città di Barcellona si è concretizzato inoltre con il pareggio dell’altra squadra cittadina, il modesto Espanyol, imposto al Real Madrid al ‘Santiago Bernabeu’. Nonostante la rimonta del Real, firmata tra la fine della prima frazione e l’inizio della seconda da Cristiano Ronaldo Fabio Coentrao, dopo l’iniziale vantaggio di Garcìa, nel finale l’Espanyol ha trovato la forza di strappare un punto fondamentale in ottica salvezza con il 2-2 di Juan Albìn.

LOTTA AL QUARTO POSTO – Il Real Betis Siviglia sarà impegnato nel posticipo del lunedì del sedicesimo turno di Liga contro il Celta Vigo, nel frattempo il Malaga è balzato al quarto posto della graduatoria in seguito al 2-0 ottenuto al ‘Pizjuàn’ di Siviglia. I biancoazzurri si sono imposti con le reti di Demichelis e dell’ex laziale Eliseu, su rigore con relativa espulsione del giocatore del Siviglia autore del fallo incriminato, Fazio.

Il Levante ha risposto agli andalusi espugnando ‘La Romareda’ di Saragozza con il goal-partita di Rubén Garcìa. I valenciani hanno poi chiuso il match in dieci per l’espulsione al ’94 di Lell. Il Getafe invece ha perso terreno, ma per fortuna dei tifosi accorsi al ‘Coliseum Alfonso Pérez’, non la gara contro l’Osasuna. Nonostante lo svantaggio di un uomo per l’espulsione del navarro Armenteros, l’Osasuna era riuscito a portarsi in vantaggio con Kike Sola all’84’. Al 93′, un contestato rigore concesso ai padroni di casa e realizzato da Diego Castro ha prodotto il definitivo 1-1.

Il sedicesimo turno pare invece aver sancito l’addio definitivo alla contesa dell’altra squadra di Valencia, il Valencia CF, sconfitta al ‘Mestalla’ dal Rayo Vallecano andato in goal su rigore con Alejandro Domìnguez.

LOTTA SALVEZZA – L’Athletic Bilbao ha provato a risolvere i suoi guai accentuando quelli del Mallorca, espugnandone il territorio con il nono goal in campionato di Adurìz. Granada-Real Sociedad è terminata invece 0-0, mentre il fanalino di coda Deportivo La Coruna sarà impegnato nel secondo posticipo di giornata contro il Real Valladolid al ‘Riazor’.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti