Euro 2012, l’Italia stende la Germania e vola in finale

Straordinaria prestazione degli azzurri che ancora una volta sconfiggono i tedeschi, raggiungendo a sorpresa la finale degli Europei.

di Simona Vitale 28 giugno 2012 23:52

Missione riuscita. La tradizione viene rispettata e l‘Italia di Cesare Prandelli batte la favorita Germania e approda alla finale di questo sorprendente Europeo che si disputerà domenica a Kiev. Strana la sorte degli azzurri. La Nazionale ha esordito contro la Spagna (1-1) e chiuderà proprio contro gli spagnoli, favoriti alla vigilia, ma che ieri non hanno brillato come al solito in semifinale contro il Portogallo.

L’entusiasmo è grande a Varsavia, in uno stadio stracolmo e dominato dal tifo tedesco. I primissimi minuti della gara vedono un’Italia in difficoltà, ma poi gli azzurri si sciolgono e trovano in Mario Balotelli il loro top player. Il vantaggio azzurro arriva al 20esimo minuto. Cassano si libera sulla sinistra e crossa al centro dove Balotelli insacca di testa. Al 35esimo gli azzurri, che dominano il campo, raddoppiano con Super Mario che batte Neuer con una grande azione di contropiede. Bizzarra l’esultanza di Balotelli che si toglie la maglia e mostra i muscoli, fermandosi come se fosse una statua.

Si chiude il primo tempo sul 2-0 per gli azzurri, risultato che sembrava insperato alla vigilia. La seconda frazione di gioco si apre con un’accentuata pressione tedesca nell’area difensiva degli azzurri, in cerca del gol che possa riaprire la partita. Buffon compie una prodezza su una punizione dal limite che supera la traversa.

Prandelli toglie Cassano e Montolivo e fa entrare nella mischia Motta e Diamanti. Gli azzurri soffrono, ma sono in grado di ripartire e creare pericolo nell’area di rigore tedesca. Marchisio sfiora il 3-0 al minuto 66, che spreca poi non servendo Di Natale (che nel frattempo aveva sostituito Balotelli) solo in area e preferendo un diagonale che finisce al lato. Seguono altre occasioni azzurre che purtroppo vengono sprecate. Prima Diamanti spara fuori, poi Di Natale in contropiede trova solamente l’esterno della rete.

Sul finale, al 92esimo, la Germania accorcia le distanze grazie ad un calcio di rigore di Ozil. Si soffre per altri due minuti, ma è l’Italia che vola a Kiev per giocarsi la vittoria contro le Furie Rosse.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti