“Balotelli, l’incredibile Hulk azzurro”: la Spagna ci esalta

La stampa spagnola esalta il gioco degli azzurri e ritiene l'Italia una temibile avversaria in vista della finale di Euro 2012.

di Simona Vitale 29 giugno 2012 14:40

Un giorno davvero importante quello per il calcio italiano all’indomani della vittoria della nazionale di Cesare Prandelli contro la Germania nella semifinale dell’Europeo. A colpire, oltre all’entusiasmante vittoria e al bel gioco degli azzurri, anche l’esaltazione da parte della stampa estera, in particolar modo di quella spagnola. Il tutto in vista proprio della finale contro gli spagnoli in programma domenica a Kiev.

Il quotidiano spagnolo Marca, uno dei principali di Spagna, titola: “La Italia de Balotelli mete miedo” (L’Italia di Balotelli fa paura). Delfin Melero, giornalista di Marca, ha scritto: “L’Italia di Prandelli è una meraviglia. Hanno battuto la Germania con classe, conquistando la finale giocando un gran calcio”.

As, invece, parla dell’Italia come una splendida farfalla che gira attorno al fiore per poi pungere improvvisamente come una vespa. Non mancano gli elogi anche per i singoli, come Andrea Pirlo: “L’Italia che diverte e stupisce, guidata da un calciatore senza eguali, celestiale, come Pirlo”. El Pais elogia invece il grande cannoniere della serata, Mario Balotelli, definito “Incredibile Hulk azzurro”.

L’Italia viene dunque vista come temibile avversaria da parte della stampa locale spagnola, alle prese con una squadra, campione d’Europa e del Mondo in carica, che offre sempre prestazioni calcistiche ad altissimo livello ed ora sempre abbassare la cresta dinanzi agli azzurri che, a dirla tutta, hanno messo in difficoltà gli iberici anche in occasione della prima partita del girone C, terminata sull’1-1, con iniziale vantaggio italiano e non certo al di sotto dell’Invicibile Armata.

Un’Italia che gioca a calcio, che si affida allo scambio veloce, al gioco di prima e alle accelerazioni, ricordando un po’ la stessa Spagna e il suo famoso possesso palla. Non ci resta che attendere e sperare che il cammino degli azzurri prosegua inarrestabile fino a domenica sera, per portare a casa quel titolo di campioni d’Europa che manca ormai da troppo tempo.

Oltre 100 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti