Due liti in casa Juve, tutti a rapporto da Conte

Le due sconfitte nelle ultime quattro partite di campionato hanno minato la sicurezza dei bianconeri.

di David Spagnoletto 27 Novembre 2012 12:01

Nervi tesi in casa Juve. Dopo aver perso due delle ultime quattro partite in campionato, i bianconeri sembrano aver perso anche la tranquillità e la serenità, che sono state alla base della vittoria dello scudetto nella scorsa stagione.

Alla fine del primo tempo del match contro il Milan, Claudio Marchisio avrebbe accusato il compagno di squadra Leonardo Bonucci, additandolo come il responsabile del cattivo risultato. La frase incriminata sarebbe “stiamo perdendo per colpa tua”, ma i due diretti interessati ha negato ieri l’accaduto su Twitter. Capacità della comunicazione della società bianconera o veramente la lite non c’è stata?

Un punto interrogativo che diventa esclamativo per la polemica innescata da Fabio Quagliarella, durante la sostituzione nella gara contro i rossoneri, con il suo allenatore in seconda Alessio, che però ha minimizzato l’episodio: “Non so cosa mi abbia detto, non ho sentito nulla, stavo guardando la partita“.

Venire a conoscenze delle parole dell’attaccante attraverso le immagini tv è stato impossibile, perché l’ex Napoli e Udinese si è coperto la bocca con la giacca della tuta.

I due (presunti?) litigi confermano la non buona aria che si respira nell’ambiente bianconero nelle ultime settimane. Il titolare della panchina, Antonio Conte, ha chiamato tutti a rapporto sia per le due sconfitte che per le querelle Marchisio-Bonucci e Quagliarella-Alessio.

Commenti